Maxi aiuola mobile: nuovo investimento per sistemare l’apertura

La maxi-aiuola mobile non ha mai funzionato. Il Comune sborsa p6 mila euro per risolvere il problema del dispositivo situato alla fine di corso Italia

Maxi aiuola mobile: nuovo investimento per sistemare l\'apertura

Quello dell’aiuola che dovrebbe aprirsi in occasioni di cortei e manifestazione che permettere il passaggio della zona a traffico limitato a via San Giuseppe è uno dei temi più discussi in città. L’Amministrazione in carica aveva deciso di togliere i paletti parapedoni, che andavano messi e tolti prima di ogni evento, e di mettere un’aiuola mobile in modo che corso Italia fosse più ordinato.

In realtà il dispositivo non ha mai funzionato. O meglio si apre ma con grandissima fatica e occupando una mattina di lavoro degli operai. Il Comune aveva assicurato che avrebbe fatto risolvere il problema all’azienda che l’aveva progettata e realizzata ma visto il tempo passato (l’aiuola è stata posizionata nella primavera 2017) si è deciso di dare l’incarico ad un’altra società con un costo di 6,6 mila euro.

Non solo. Si sta valutando la possibilità di un’azione legale contro l’azienda che non ha reso funzionale l’aiuola mobile.

di
Pubblicato il 24 giugno 2018
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore