In migliaia al TEDxVarese, idee sul futuro e confronto sull’innovazione

Bilancio in netta crescita per la seconda edizione di TEDxVarese e buon esordio per la prima di Innovation Garden, la fiera dell’innovazione della città

tedxvarese

Grande successo di partecipazione al Centro Congressi Ville Ponti per la seconda edizione di TEDxVarese e la prima di Innovation Garden, la fiera dell’innovazione organizzata collateralmente alla conferenza internazionale in stile TED sabato 16 giugno. 500 persone, tra partecipanti, volontari, staff tecnico e organizzativo hanno dedicato la giornata di sabato all’ascolto dei relatori, alla condivisione di idee e di esperienze, riempendo l’auditorium di Villa Napoleonica. 2.500 persone hanno visitato le sale e gli stand di Innovation Garden a Villa Andrea. Di queste, mille si sono registrate al calendario di eventi in programma durante la giornata, tra laboratori di coding e robotica per bambini, hackathon con in palio borse di studio, sessioni di recruitment e incontri dedicati alle scuole della provincia di Varese, alle imprese, agli studenti e agli operatori turistici. TEDxVarese e tutti gli appuntamenti di Innovation Garden hanno registrato il sold out.

Galleria fotografica

TEDxVarese e Innovation Garden 4 di 26

“Siamo orgogliosi del successo confermato di TEDxVarese, con una più che positiva risposta da parte del pubblico che ci riempie di orgoglio e responsabilità” – ha dichiarato David Mammano, organizzatore di TEDxVarese e Innovation Garden – “E siamo ancora più contenti dell’ottima risposta a Innovation Garden, un contenitore nel quale abbiamo voluto incoraggiare e stimolare la città e non solo a parlare di innovazione. Siamo già al lavoro per il futuro di queste manifestazioni”.

Alla seconda edizione di TEDxVarese hanno partecipato persone provenienti non soltanto da Varese e provincia ma anche da Lombardia, Valle D’Aosta, Piemonte, Trentino Alto Adige, Veneto, Emilia Romagna e Sicilia; dalla Svizzera, alla Germania e al Regno Unito.

Sul palco di TEDxVarese sono saliti 14 speaker provenienti da tutto il mondo che in 12 minuti di tempo hanno raccontato una storia o un’idea di forte impatto che vale la pena diffondere, come recita il motto di TED. Adriano Martinoli, zoologo e docente dell’Università degli Studi dell’Insubria, ha parlato di biodiversità e dell’urgenza di instaurare una nuova relazione tra uomo e natura per il futuro attraverso l’adattamento e il cambiamento; Diego Marani (Advisor for cultural policy dell’EEAS e scrittore) ha parlato del futuro delle lingue, indicando nella varietà linguistica l’unica ricetta per celebrare le culture e favorire le relazioni; Adriana Albini (Professore straordinario di patologia generale), ha parlato della nutraceutica e di alcune nuove scoperte sulla lotta e sulla prevenzione al cancro; Paolo Gasparoli (Architetto e restauratore) ha sottolineato l’importanza di ragionare in termini di conservazione e di cura nei confronti degli edifici e degli ambienti per poter preservare il nostro patrimonio nel futuro; Pino Mercuri (Direttore delle risorse umane di Microsoft Italia) ha parlato di un nuovo concetto di lavoro, che non è un posto dove si va ma un qualcosa che si fa; Michele Vespe (JRC Researcher) ha parlato di dati e migrazioni ricordando che solo con l’empatia è possibile bilanciare la percezione di quella pancia che ci fa vedere le migrazioni come una realtà diversa da quella che è; Marco Basaldella (Ricercatore di Intelligenza Artificiale) ha spiegato perché il problema dei pregiudizi nell’Intelligenza Artificiale e nel machine learning deve interessarci sempre di più; Roberta Menegazzi (archeologa) ha parlato dell’esigenza di creare ponti tra passato, presente e futuro per cercare le similitudini che nel futuro ci guideranno verso un terreno di dialogo tale culture, Piero Martin (fisico sperimentale) ha indicato alcuni lontani scenari futuri in cui potremo avere energia elettrica dalla fusione dell’idrogeno e del motivo per cui vale la pena continuare nella ricerca nonostante che i tempi vadano oltre l’aspettativa di lavoro e di vita di una persona; Dirk Helbing (Professore di scienze sociali computazionali) ha parlato della necessità di rifondare un capitalismo democratico per assicurare l’equità; Vittorio D’Amato (Direttore del centro sul cambiamento, la leadership e il people management della LIUC Business School) ha parlato di leader del futuro e di come il modo in cui si trattano i collaboratori sia fondamentale nella relazione che essi avranno con i clienti; Najla Adqeir (atleta) ha raccontato la sua storia di integrazione, di ostacoli, di sport e di vita ricordando che non vanno saltati, ma affrontati e superati; Fabio Peri (astrofisico) ha parlato di spazio, tempo e di futuro dell’universo; Marco Rodari (clown) ha parlato delle guerre del nostro tempo e dell’importanza di restituire ai bambini che vivono gli scenari di guerra la capacità di sognare.

TEDxVarese è organizzato grazie alla collaborazione con Camera di Commercio e con il patrocinio della Commissione Europea, del Joint Research Centre di Ispra, di Regione Lombardia, della Provincia di Varese, del Comune di Varese, di Fondazione Comunitaria del Varesotto e delle Università Insubria, LIUC Carlo Cattaneo, di Almed – Università Cattolica e della SSML di Varese.

Le iniziative di TEDxVarese sono realtà anche grazie al supporto della community dei partner composta da Elmec Informatica, EOLO Internet dove gli altri non arrivano, il Gruppo Giovani Imprenditori dell’Unione degli Industriali della Provincia di Varese, Rise, Fondazione Giuseppe Merlini, Quarry Up, Volta Robots, il Centro Polispecialistico Beccaria, Friendz, Fondazione ITS Incom, IFC UnipolSai, alla media partnership di Varesenews e alla technical partnership di Nicora Garden, Alkanoids, Superbello, Converso, Studio Caporaso, Lessmore, Parasacchi Home e Logitech.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 18 giugno 2018
Leggi i commenti

Galleria fotografica

TEDxVarese e Innovation Garden 4 di 26

Galleria fotografica

Le citazioni degli speaker di TEDxVarese 4 di 14

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore