A Ternate vincono lo sport e la solidarietà

A Ternate venerdì 15, sabato 16 e domenica 17 giugno si sono vissuti momenti toccanti ed emozionanti, con il calcio giovanile e la solidarietà protagonisti assoluti

Tre giorni di festa e solidarietà per un evento sportivo unico in Italia. A Ternate venerdì 15, sabato 16 e domenica 17 giugno si sono vissuti momenti toccanti ed emozionanti, con il calcio giovanile a fare da sfondo e da protagonista.

Galleria fotografica

Ternatese Summer Cup 2018 4 di 16

IL TORNEO – La Summer Cup 2018 organizzata dalla Asd Ternatese, squadra con 60 anni di storia che milita in Seconda Categoria e con 120 tesserati, è stata un autentico successo: dieci squadre professionistiche, categoria Esordienti, che si sono sfidate fino alla finalissima vinta dall’Inter sul Genoa (6-0 il risultato). La regia di questo successo è di Donato Lacerenza, attuale vicepresidente e futuro presidente in pectore della società, 46 anni, ex carabiniere, dipendente al JRC di Ispra, padre di due figli di 8 e 12 anni e soprattutto un vulcano di idee e iniziative: «Sono stati tre giorni emozionanti, ricchi, entusiasmanti. Abbiamo voluto organizzare questo torneo innovativo, con sole squadre professionistiche ed è stata una sfida: una piccola società come la nostra, senza grandi risorse, che va avanti grazie ai volontari è riuscita nell’impresa di creare qualcosa di nuovo, coinvolgendo sponsor, attività del territorio e il paese intero – racconta Lacerenza -. Alberghi, ristoranti e pizzerie per tre giorni sono stati pieni, le attività del territorio ci hanno dato una mano enorme. Abbiamo fatto importanti lavori prima del torneo, migliorando la struttura per rendere il nostro centro più bello e accogliente: ci siamo riusciti, alcune società (Juventus, Sampdoria, Genoa, Hellas Verona, Roma) ci hanno detto che torneranno e che il nostro è uno dei tornei più belli che gli sia capitato di vedere. Qualcosa da migliorare c’è e lo sappiamo, cominciamo a lavorarci da settembre, con grinta e voglia di migliorare ancora: la prossima sarà un’edizione internazionale e la faremo in un’altra data, per non “cozzare” con la festa patronale e coinvolgere ancora di più il territorio. La prima edizione è stata un successo, che dedico a mia mamma».

LA SOLIDARIETÀ – Metà dell’incasso del torneo andrà, come promesso, alla onlus “I colori del Sorriso”, presenti nei tre giorni di torneo con un banchetto e con i loro nasi da clown con cui allietano le giornate dei degenti in ospedale. Sabato, nel bel mezzo del torneo, c’è stato un momento toccante che ha colpito ed emozionato tutti i presenti: dalla tribuna è sceso Lorenzo, un bimbo che ha suo malgrado conosciuto i ragazzi de “I colori del Sorriso” tra le corsie dell’ospedale di Pavia. È entrato in campo  accompagnato da Lacerenza e i ragazzi delle squadre lo hanno accolto tra loro, hanno fatto foto (l’Inter la sua preferita), gli hanno donato gagliardetti e gadget e dagli spalti è partito un coro a lui dedicato, davanti agli occhi emozionati del suo papà e della sua mamma (che ringraziano la Ternatese e la onlus per l’inatteso regalo): «Di cose nella mia vita ne ho viste tante, ma un momento come questo me lo ricorderò per sempre – racconta Lacerenza -. Vedere la gioia negli occhi del piccolo Lorenzo è stata una cosa bellissima, che mi ha riempito di orgoglio e felicità. È tutto nato per caso, all’ultimo momento: il bimbo mi ha chiesto di fare una foto con l’Inter, il papà mi ha detto che aveva conosciuto in ospedale “I colori del Sorriso” e io ho colto la palla al balzo e me lo sono portato in campo. È lo specchio di tutto quello che abbiamo voluto fare, con i bambini e la solidarietà al centro del nostro progetto: poterlo fare regalando un momento di felicità a chi sta lottando contro la malattia è stato qualcosa che non scorderò mai».

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 20 giugno 2018
Leggi i commenti

Galleria fotografica

Ternatese Summer Cup 2018 4 di 16

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore