Un oro e un argento, Varese rema sul podio

Dopo l'oro di Micheletti ancora medaglie pesanti per le ragazze del canottaggio

federica cesarini coppa del mondo linz 2018

Mattina eccezionale per il canottaggio azzurro e per quello varesino in particolare. Nelle finali della seconda prova di Coppa del Mondo, disputate a Linz in Austria, per le nostre atlete sono arrivate due medaglie in altrettante specialità olimpiche, a poche ore dall’oro conquistato sabato da Andrea Micheletti nel quattro pesi leggeri.

A salire sul podio quest’oggi sono state Federica Cesarini (Canottieri Gavirate, a sinistra nella foto di Canottaggio.org) in coppia con Valentina Rodini, clamorosa medaglia d’oro nel doppio leggero femminile, e la rientrante Sara Bertolasi, bustocca, addirittura d’argento nel due senza senior (in coppia con Alessandra Patelli).

Nella finale della Bertolasi buon quinto posto anche per la barca targata canottieri Gavirate con a bordo Ilaria Broggini e Veronica Calabrese, altre due giovanissime che hanno vestito l’azzurro arrivando fino alla gara per le medaglie.

I resoconti delle finali varesine da Canottaggio.org

DUE SENZA SENIOR FEMMINILE.  È la barca di Gran Bretagna1 a prendere il via prima delle altre con Broggini e Calabrese tra le prime quattro mentre Patelli e Bertolasi sono leggermente più attardate. Al passaggio dei primi 500 metri sono Nuova Zelanda e le due barche britanniche ad occupare le posizioni da medaglia con Broggini e Calabrese quarte e Patelli, Bertolasi quinte. Subito dopo il passaggio della prima frazione si scatenano le due barche azzurre e vanno all’attacco, ma la Nuova Zelanda è prima con Gran Bretagna2 seconda e al terzo posto, dopo l’attacco, è terza la barca di Patelli, Bertolasi seguita al quarto posto da Broggini e Calabrese. È stupenda la progressione delle due olimpioniche anche al passaggio dei 1500 metri, sono seconde a 5.45 dalla Nuova Zelanda con Broggini e Calabrese quarte punta a punta con la Gran Bretagna2.

Il finale è al cordiopalmo con le azzurre incollate al secondo posto mentre la Nuova Zelanda va a vincere. Un’Italia stellare porta a casa, al rientro all’agonismo di Sara Bertolasi e Alessandra Patelli, un argento dal sapore epico, mentre il secondo equipaggio azzurro è quinto dopo una gara davvero straordinaria. Italia argento. 1. Nuova Zelanda (Grace Prendergast, Kerry Gowler) 7.08.53, 2. Italia (Alessandra Patelli-SC Padova, Sara Bertolasi-SC Milano) 7.15.30, 3. Gran Bretagna2 (Rowan Mckellar, Harriet Taylor) 7.22.24, 4. Gran Bretagna1 (Anastasia Merlott Chitty, Rebecca Girling) 7.24.92, 5. Italia2 (Ilaria Broggini, Veronica Calabrese-Canottieri Gavirate) 7.26.55, 6. Ucraina (Oskana Golub, Anna Kontseva) 7.28.74

DOPPIO PESI LEGGERI FEMMINILE: Le barche si muovono tutte all’unisono allo start, ma sono le azzurre che si portano subito all’attacco affiancate dalla Polonia e dalla Svizzera. Ai 500 metri le barche sono tutte molto vicine, ma sono Italia e Svizzera a transitare al comando per una punta inseguite da tutte le altre. Nel secondo quarto le azzurre si piazzano su un ritmo di 35 colpi e si distendono bene prendendo mezza barca su Romania e Svizzera che rimangono sempre pericolosissime. A metà gara transitano nell’ordine Italia, Svizzera, Romania e Olanda tutte in un fazzoletto, mentre Nuova Zelanda e Polonia cedono qualche metro. Molto bella l’azione delle azzurre nella terza frazione, che fanno scorrere fluida la barca sull’acqua e rosicchiano centimetro su centimetro alle avversarie. Ai 1500 sono 1″73 di vantaggio sull’Olanda, mentre Romania e Svizzera cominciano a fare fatica a tenere il ritmo dell’Italia. Agli ultimi 150 metri Italia è ancora davanti e stringe i denti per resistere al ritorno prepotente dell’Olanda, ma Federica e Valentina rispondono alla grande a tutti gli attacchi e si aggiudicano un fantastico oro davanti a Olanda e Romania. Italia oro. 1. Italia (Valentina Rodini-Fiamme Gialle, Federica Cesarini-Fiamme Oro/Canottieri Gavirate) 6:54.10, 2. Olanda (Marieke Keijser, Ilse Pasulis) 6:55.63, 3. Romania (Ionela-Livia Cozmiuc, Gianina-Eòlena Beleaga) 6:57.02, 4. Svizzera (Patricia Merz, Frederique Rol) 6:57.04, 5. Nuova Zelanda (Zoe Mcbride, Jackie Kiddle) 6:57.15, 6. Polonia (Weronika Deresz, Katarzyna Welna) 7:01.92.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 24 giugno 2018
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore