Annuncio durante la Patronale: arrivano due sacerdoti

Sono don Vincenzo Bosisio, 56enne, che arriva da Treviglio e don Giorgio Lattuada, 68 anni, che lascerà la parrocchia di Trucazzano

Annuncio durante la Patronale: arriva due nuovi sacerdoti

«L’arcivescovo Mario Delpini ci ha invitato tramite il suo vicario episcopale una lettera con una bellissima notizia: ci manda due sacerdoti».
Così il prevosto monsignor Armando Cattaneo ha annunciato, durante la patronale che ha visto il tradizionale incendio del pallone, alla Comunità pastorale Crocifisso risorto l’arrivo di due nuovi religiosi.

Saranno a Saronno dal primo settembre e avranno diversi compiti. Nel dettaglio don Vincenzo Bosisio, 56enne, arriva dalla comunità pastorale “Madonna delle lacrime” di Treviglio. Vivrà alla parrocchia della Sacra Famiglia (quartiere Prealpi) ma celebrerà ogni giorno la messa nella parrocchia di San Giovanni Battista (alla Cassina Ferrara) e ne seguirà i malati e le benedizioni natalizie. Non solo: seguirà anche l’ospedale rimasto senza guida spirituale da quando se n’è andato don Mauro Carnelli.

Il 68enne don Giorgio Lattuada lascerà la parrocchia di Trucazzano per occuparsi del Santuario della Beata Vergine dei Miracoli rimasto “scoperto” quando don Emilio Giavini ha avuto il nuovo incarico alla parrocchia di Misinto.

La pastorale giovanile continuerà ad essere seguita da don Federico Bareggi e don Alberto Corti viene nominato vicario parrocchiale.

«Ora – ha rimarcato don Armando – l’arcivescovo si aspetta da noi altrettanta generosità con tante famiglie e persone pronte a collaborare alla vita pastorale». E conclude con un monito: «Nessuno si dispiaccia o si lamenti che i compiti pastorali dei nuovi religiosi non siano rivolti in modo esclusivo ad una realtà. Oggi è raro che un prete abbia un solo incarico».

di saragiud@gmail.com
Pubblicato il 03 luglio 2018
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore