Avis Somma in Francia: “Donare non ha confini”

Dal 22 al 24 giugno, una delegazione della locale sezione ha attraversato il confine delle Alpi alla volta di Sant’Etienne de Saint Geoirs. Ecco la cronaca

Avarie

Dal 22 al 24 giugno, una delegazione della locale sezione sommese di donatori di sangue ha attraversato il confine delle Alpi alla volta di Sant’Etienne de Saint Geoirs, ridente cittadina vicino Grenoble.

L’occasione il 50° anniversario di fondazione della sezione francese gemellata con Avis Somma Lombardo dal 2016.

Il presidente Ivan Zingaro, accompagnato dal Vicepresidente, Mauro Grossoni e dal Tesorere Marzio Mariani sono stati accolti con profonda amicizia da Jean Michel Le Francois, presidente dei Donatori di
Sangue di St. Etienne de St Geoirs.

Scopo dell’incontro, oltre i festeggiamenti per la fondazione, è stato quello di incrementare maggiormente il legame tra le due associazioni.
“All’interno di ogni stato moderno, il ruolo delle associazioni di volontariato rappresenta un elemento fondamentale, soprattutto quando l’attività viene svolta in ambito sociale e sanitario per aiutare delle
persone malate. Ma ancora più rilevante e costruttivo è l’incontro tra due associazioni che, seppur operanti in paesi diversi con regole e strutture differenti, perseguono la medesima mission” – il commento del
Presidente Ivan Zingaro durante i festeggiamenti del 50° di fondazione degli amici francesi.

Molto costruttiva è stata anche la visita al centro EFS (Etablissement Francais du Sang) di Grenoble. Accolti dalla Direttrice, dott.ssa Chrystelle Morand, i nostri rappresentanti hanno avuto l’occasione di confrontarsi sui sistemi procedurali di promozione e di raccolta utilizzati in Francia.

“Ringraziamo la direttrice, la responsabile della comunicazione, Cecile Ardilouze, nonché Melanie Temporale, Monique Pinede, Claudine
Giraud e Sophie Anselme, per averci illustrato, ciascuna nella propria area di appartenenza, tutto il percorso non solo dell’attività donazionale ma delle procedure di analisi e di diffusione delle sacche agli ospedali che
avvengono post donazione” – sottolineano Zingaro, Grossoni e Mariani. Aspetti che sono stati maggiormente oggetto di confronto dal punto di vista associativo non solo con il presidente della locale sezione francese ed i suoi consiglieri, ma anche con la presidentessa dipartimentale della federazione dei donatori, Jeanine Barbier, unitasi all’incontro Italia-Francia.

L’incontro in territorio francese ha maggiormente stretto i legami di profonda amicizia tra le due associazioni, tanto da aver già invitato ufficialmente gli amici d’oltralpe ai festeggiamenti del 2020 per il 70° anniversario di fondazione di Avis Somma Lombardo

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 01 luglio 2018
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore