Bimbo troppo curioso: sfugge alla mamma e si imbarca con le valigie

Un bambino si è lanciato sui nastri del check-in di Malpensa iniziando un viaggio nelle viscere dell'aeroporto. E' stato recuperato dopo 500 metri di avventura tra i nastri trasportatori

malpensa

Sarà stata la noia della coda al check in o sarà stato il vedere tutte quelle valigie colorate inghiottite e mandate chissà dove. E così la curiosità ha preso il sopravvento oggi a Malpensa, quando un bambino ha deciso di seguire il percorso di quelle valigie.

E’ successo giovedì 5 luglio al Terminal 1 di Malpensa quando intorno a mezzogiorno un bimbo di 4 anni è sfuggito alla mamma e si è lanciato sui nastri trasportatori del check in. Da lì è iniziato il suo viaggio nelle viscere dell’aeroporto mentre sopra la sua testa scattavano tutti gli allarmi. Ma lui non si è accorto di niente: tra nastri trasportatori e rulli dev’essere stato come essere in un parco giochi.

Un parco giochi in cui ha giocato per un paio di minuti, percorrendo circa 500 metri di nastri. Il piccolo è stato infatti recuperato solo quando il sistema non è riuscito a riconoscere il codice a barre dell’etichetta che hanno tutti i bagagli -e che lui naturalmente non aveva- ed è stato così deviato fino all’area delle cosiddette codifiche manuali, proprio come una valigia qualsiasi. Lì, l’operatore che normalmente controlla la valigia e la indirizza sul volo giusto si è accorto che quello arrivato non era esattamente il bagaglio che ci si aspetta di trovare lì. Così ha recuperato il piccolo e lo ha indirizzato verso le braccia della mamma.

Il piccolo è stato quindi portato nell’infermeria dell’aeroporto dove è stato visitato. Le sue condizioni erano ottime e così ha potuto iniziare il suo viaggio, questa volta come tutti i passeggeri.

di marco.corso@varesenews.it
Pubblicato il 05 luglio 2018
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. apetraccone
    Scritto da apetraccone

    lo voglio fare anch’io!

Segnala Errore