Camera di commercio primo sponsor del turismo sportivo

Stanziati con un bando 110mila euro per 29 eventi in svolgimento nel biennio 2018-2019. Lunghi: «Sono manifestazioni in grado di generare importanti ricadute turistiche sul territorio»

Camera di Commercio generiche

Dal canottaggio al ciclismo, dal running alla pallacanestro, passando per il rally, l’hockey su ghiaccio, la vela e l’equitazione. In realtà l’elenco sarebbe più lungo, ma basta questo accenno per rendere l’idea dell’impegno preso dalla Camera di Commercio per sostenere il turismo sportivo sul territorio. Sono infatti 110 mila gli euro messi a disposizione dall’ente camerale per finanziare eventi sportivi tra il 1° aprile di quest’anno e il 30 dello stesso mese del 2019.

Il potenziale per gli operatori turistici è molto alto, come conferma Fabio Lunghi. «Basti un dato – dice il presidente della Camera di Commercio –, se lo scorso anno furono 16mila i pernottamenti generati dagli eventi ammessi ai contributi 2017, questa volta la cifra ha superato quota 28mila. Lo sport si conferma, insomma, un elemento di traino di quel settore turistico cui la nostra stessa Camera di Commercio sta dedicando la giusta attenzione».

Sono 29 gli eventi ammessi a un contributo che, nel caso delle iniziative sportive più performanti sul piano turistico, ha toccato anche i 10mila euro. «Complessivamente, abbiamo stanziato 110mila euro – continua Lunghi –, che vanno a supportare gli organizzatori di 29 eventi in svolgimento sul territorio della provincia di Varese tra il 1° aprile di quest’anno e il 30 dello stesso mese del 2019. Il criterio alla base del bando e seguito dalla commissione di valutazione, che ringrazio per la competenza e l’attenzione garantite nell’esame delle proposte, era che si trattasse di manifestazioni di rilevanza sportiva in grado di determinare ricadute sul tessuto ricettivo-turistico- commerciale del nostro territorio. Nel criterio, quindi, un peso rilevante hanno avuto i pernottamenti generati e, in particolare, i costi sostenuti direttamente dagli organizzatori e rendicontabili».

Secondo gli esperti di marketing, lo sport rappresenta il 10% dell’industria turistica mondiale per un fatturato di circa 800 milioni di dollari. Si stima che circa il 18% dei visitatori che, in un anno, hanno scelto l’Italia come meta delle loro vacanze lo abbia fatto spinto da motivazioni legate allo sport, con indubbie ricadute sulle attività ricettive e commerciali. Una cifra che, oltretutto, appare in costante aumento: sono sempre di più, infatti, le persone che si muovono non solo per assistere, ma anche per vivere direttamente un’esperienza sportiva. Tanto che è del 6% la previsione di crescita degli arrivi internazionali legati allo sport, oggi stimati tra dai 12 ai 15 milioni ogni dodici mesi.

«Così, dopo aver dato vita alla prima sport commission in Lombardia e la terza in Italia – continua Lunghi –, vogliamo dare ulteriore slancio ad attività che rappresentano un’eccellenza varesina. Questo grazie anche a un ambiente che è ideale per svariati sport di terra, aria e acqua. La conferma giunge dalla testimonianza di quegli stessi sportivi, a livello sia professionale, sia amatoriale, che qui vivono l’esperienza di trascorrere giornate all’insegna delle loro discipline preferite».

Ritornando ai risultati del bando (vd. elenco a seguire), l’analisi per disciplina ci dice che gli sport i cui eventi sono stati ammessi al contributo sono canottaggio (4 eventi), ciclismo (4), running (4), multisport (3), vela (2), fitness (2), automobilismo (2), hockey su ghiaccio (2), basket (1), deltaplano (1), volo a vela (1), equitazione (1), football americano (1) e nuoto (1). Quanto al budget complessivo degli eventi ammessi al contributo, supera il milione e 600mila euro mentre il pubblico stimato è di circa 130mila persone.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 09 luglio 2018
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore