Coldiretti è favorevole ai voucher

Fernando Fiori (presidente): «L’abrogazione della disciplina del voucher ha penalizzato il sistema agricolo prealpino». Un provvedimento utile in vista della vendemmia

coldiretti roma 8 luglio 2015

Coldiretti Varese auspica la reintroduzione dei voucher lavoro come proposto dal ministro delle politiche agricole Gian Marco Centinaio. «In effetti – commenta Fernando Fiori, presidente di Coldiretti Varese – si tratta di uno strumento utile e in grado di generare, come già accadeva in passato, nuove opportunità occupazionali anche nella provincia prealpina. Un provvedimento utile soprattutto se arriverà in tempi brevi: in provincia di Varese è già iniziata la raccolta nella frutta, mentre mancano meno di due mesi all’avvio della vendemmia».

I voucher erano stati introdotti per la prima volta in via sperimentale nel 2008 proprio per le peculiarità dell’offerta di lavoro nelle campagne. Nel corso degli anni successivi l’agricoltura è stata l’unico settore che è rimasto praticamente “incatenato” all’originaria disciplina “sperimentale” con tutte le iniziali limitazioni (solo lavoro stagionale e solo pensionati, studenti e percettori di integrazioni al reddito) a differenza di altri settori.

In Italia, e per il solo settore agricolo, sono stati venduti nell’ultimo anno, prima dell’abrogazione, circa 2 milioni di voucher, più o meno gli stessi dei 5 anni precedenti pari all’incirca a 350mila giornate/anno di lavoro che hanno aiutato ad avvicinare al mondo dell’agricoltura giovani studenti e a mantenere attivi molti anziani pensionati nelle campagne.

«L’abrogazione della disciplina del voucher non ha sortito alcun effetto utile al sistema agricolo prealpino che, anzi, è stato penalizzato – conclude Fiori – La provincia di Varese, che tradizionalmente guarda oltrefrontiera quanto a ricerca di lavoro può essere agevolata da questa opportunità che viene da un settore che abbraccia un futuro dinamico. Assicurare strumenti agili e flessibili può portare diverse imprese a creare occasioni di impiego e integrazione al reddito, altrimenti impossibili da realizzare su questo fronte, è altrettanto positiva l’apertura del vice premier e ministro Luigi Di Maio sulla riadozione di tale strumento per le attività in agricoltura e per le colf».

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 06 luglio 2018
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore