Il Consiglio regionale si ferma per ricordare Ettore Albertoni

Il presidente del Consiglio regionale Alessandro Fermi ha tenuto un discorso in onore del politico scomparso mercoledì 4 luglio

commemorazione ettore albertoni

Questa mattina, martedì 10 luglio, il Consiglio regionale in apertura di seduta ha ricordato il professor Ettore Albertoni, scomparso settimana scorsa all’età di 82 anni.

Albertoni era giurista e docente di Dottrine Politiche all’Università degli Studi di Milano e all’Università degli Studi dell’Insubria, membro del Consiglio Superiore della Magistratura dal 2011, storico e intellettuale.

Fu eletto Presidente del Consiglio regionale per la prima volta nel 2000 e riconfermato nel 2005.

Sotto la sua legislatura il Consiglio ha elaborato e approvato il nuovo Statuto di Autonomia. Fra gli incarichi da lui ricoperti, anche quello di componente del Consiglio di Amministrazione della RAI e di Assessore alle Culture, Identità e Autonomie.

Alessandro Fermi ha ricordato così il suo predecessore: «Ettore era un professore vecchio stampo. Un uomo dalla vasta cultura e dalla profonda erudizione, spesso formale ma al tempo stesso particolarmente affabile, con un amore sconfinato per la cultura, intesa da lui non solo come conoscenza e sapere, ma anche come imprescindibile fattore di sviluppo».

Il presidente Fermi ha aggiunto: «A tutto questo Albertoni affiancava un carattere schietto e forte e una semplicità di modi apprezzabile, esprimendo appieno il tratto popolare del nostro essere lombardi»

Al ricordo di Ettore Albertoni hanno partecipato la sorella Valeria, il presidente di Regione Lombardia Attilio Fontana e l’intera Giunta. Al termine del discorso si è rispettato un minuto di silenzio in segno di cordoglio.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 10 luglio 2018
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore