Fermati alla frontiera con attrezzi da scasso

Due dei tre fermati erano segnalati quali presunti autori di furti con scasso in attività per la vendita di cellulari nel Bellinzonese e nel Locarnese

polizia svizzera

La polizia cantonale svizzera ha fermato mercoledì 27 giugno tre cittadini residenti in Romania di 29, 35 e 45 anni.

I tre uomini sono stati fermati al valico di Brissago dalle Guardie di confine mentre stavano entrando in Svizzera a bordo di una vettura con targhe romene.

Due dei tre fermati erano segnalati, in base agli accertamenti di indagine effettuati negli scorsi mesi dagli inquirenti della Polizia cantonale, quali presunti autori di furti con scasso in attività commerciali, in particolare in negozi per la vendita di cellulari nel Bellinzonese e nel Locarnese, commessi tra marzo e maggio 2018.

A bordo del veicolo sono stati ritrovati attrezzi da scasso che sarebbero dovuti servire per commettere altri furti. Per il 35enne e il 45enne il Giudice dei provvedimenti coercitivi ha confermato gli arresti. Le ipotesi di reato nei loro confronti sono di ripetuto furto, ripetuto danneggiamento e ripetuta violazione di domicilio. L’inchiesta è coordinata dalla procuratrice pubblica Marisa Alfier.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 02 luglio 2018
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore