La Sagra del gnocco fritto aiuta la Protezione civile

Da venerdì 6 a domenica 8 luglio tante specialità gastronomiche e musica dal vivo all'area feste di via Bonvicini. Il ricavato della festa sarà destinato ai progetti del Nucleo mobile di pronto intervento

Avarie

Tre di giorni di buona cucina emiliana nel segno della solidarietà. E’ il programma della Sagra del gnocco fritto (“del” è d’obbligo nel dialetto d’origine, spiegano gli organizzatori) che da venerdì 6 a domenica 8 luglio animerà l’area feste di Bisuschio, in via Bonvicini.

Cucine aperte dal venerdì sera in poi, sia a pranzo (dalle 12 alle 15) che a cena (dalle 19 alle 22 e oltre), con tanti prodotti di qualità a prezzi contenuti: dal maxi hamburgher da 220 gr. alla più tipica salamella, passando ovviamente per l’immancabile gnocco fritto accompagnato dal prosciutto crudo di Parma, coppa, prosciutto cotto alla brace e tomino. Non mancheranno gustosi primi e il gelato con i mirtilli freschi, e per concludere una dolce sorpresa fritta.

I giovani cadetti della Protezione civile assicureranno  il servizio ai tavoli, evitando così lunghe attese in piedi davanti al banco gastronomico.

Le serate saranno tutte accompagnate da gruppi musicali dal vivo, fra i quali: Host Rock & The Flame (venerdì sera), Dj Bilux con Giacomo Morandi (sabato sera) e Gli Strasciamudand (domenica sera).

L’iniziativa è organizzata dal Nucleo mobile di pronto intervento (il Corpo volontari di Protezione civile attivo a Varese e in Valceresio) con la partecipazione del Gruppo Alpini, del Gam e delle altre realtà associative più rappresentative di Bisuschio ed è finalizzata a raccogliere fondi per i progetti di formazione e avviamento della gioventù al volontariato in Protezione civile, nonchè per il potenziamento delle attrezzature di intervento in caso di catastrofe o emergenza umanitaria.

di
Pubblicato il 03 luglio 2018
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore