Mario Botta in semifinale al mondiale degli architetti

Il progettista ticinese sfiderà venerdì 13 la collega danese Dorte Mandrup. Una competizione che ha coinvolti professionisti di 16 paesi

Tempo libero generica

Si conosce di più il nome dei calciatori di quello degli architetti. Eppure viviamo tutti in architetture e pochi sanno tirare un calcio al pallone.

Da questa constatazione è nata l’idea di una competizione mondiale tra architetti. A lanciarla è stato il sito italiano disordinedegliarchitetti.com.

Un gioco semplice, on line, che ha messo in mostra opere e stili di alcuni tra i più apprezzati professionisti al mondo che si sono sfidati a suon di “likes”.

Il torneo, iniziato dagli ottavi di finale, ha visto partecipare 16 nazioni e raccolto migliaia di voti da ogni parte del mondo, coinvolgendo direttamente le archi-star nella condivisione del gioco al fine di raccogliere voti. 

La disputa ha raggiunto la semifinale e, tra i concorrenti rimasti in gara, c’è anche il ticinese Mario Botta che ha registrato un’ottima performance grazie al sostegno dei voti elvetici.

Il progettista molto noto anche nella nostra regione, dopo aver superato agli ottavi di finale l’architetto messicano Javier Senoisian e ai quarti la peruviana Sandra Barclay,si prepara ad affrontare la danese Dorte Mandrup. «Grazie per chi ci ha votato, continuate a supportare» il messaggio sulle stories di Instagram dopo la vittoria sulla Barclay.

La sfida con la rivale è il prossimo venerdì 13 luglio.

Come partecipare

Sito www.disordinedegliarchitetti.com dove saranno messe a confronto le opere dei due progettisti. Ogni lettore potrà assegnare il suo voto attraverso un sondaggio e al conteggio finale chi riceverà più preferenze avrà accesso alla finale del prossimo 15 luglio. Allo stesso link è anche presente lo storico con tutte le sfide precedenti che hanno portato Botta nella top 4.

Il disordine degli Architetti
Il disordine degli Archietti è un’associazione culturale e magazine on line che sviscera il tema dell’architettura nei suoi lati meno convenzionali. Un progetto di due architetti italiani, Chiara Giolito ed Eugenio Cappetti che ha raccolto oltre 15 mila iscritti sui social in pochi mesi e lanciato rubriche che sono già diventate appuntamento fisso per gli appassionati di architettura in tutta Italia.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 10 luglio 2018
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore