“Meglio asfalto nuovo e cartelli chiari di un altro addetto stampa”

Il delegato sindacale dell'ospedale di Varese Tucci chiede chiarezza sulla decisione aziendale di investire risorse in un giornalista quando ci sono altri problemi da risolvere

monoblocco ingresso

«Un asfalto decente, una cartellonistica adeguata, rifornimenti ai reparti tempestivi. Sono tante le “urgenze” che l’ospedale di Varese lamenta e che potrebbero essere sistemate investendo quelle risorse che, invece, si vuole destinare a una persona che faccia da addetto stampa». Francesco Tucci, delegato RSU Fials al Circolo non riesce a capire la necessità di prendere per sei mesi a 15.000 euro una persona che si occupi di comunicazione quando l’azienda ha già una figura di riferimento: « Non riusciamo a capire quali siano le priorità di questa direzione – commenta Tucci – e solleveremo la questione nella prossima riunione del tavolo sindacale».

Ma quali potrebbero essere i problemi risolvibili con quei fondi? « Ad esempio l’asfaltatura delle strade all’interno del Circolo che, in alcuni tratti, sono piene di buche. È pericoloso soprattutto per gli utenti, quelli fragili e in carrozzina. È già capitato che qualcuno sia caduto e si sia fatto male. C’è, inoltre, la questione della cartellonistica che attende di essere aggiornata e potenziata dal 2007 quando è stato aperto il monoblocco. A tutti noi operatori capita di essere fermati dagli utenti che non riescono a trovare un reparto o un ambulatorio. Non sarebbe ora di migliorare l’accoglienza di questo presidio?»

« Ogni giorno, come sindacato riceviamo numerose lamentele perché manca materiale o ci sono situazioni di difficoltà. Quando noi chiediamo di risolvere i problemi ci viene sempre risposto che mancano le risorse. Poi scopriamo che per altre voci i soldi ci sono. Da qui la domanda: quali sono le priorità di questa direzione».

Il bando, che si è chiuso settimana scorsa, porterà all’individuazione di una figura che si occuperà della comunicazione, dei rapporti con la stampa e dei social network aziendali. Sino alla fine di gennaio, quando il mandato a tempo scadrà.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 06 luglio 2018
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da Felice

    Bla bla bla bla bla…i finti lavori moderni….social media marketing…communication manager……intanto non si pensa alla manutenzione ordinaria. Un esercito di venditori di fumo mentre dai muri si stacca l’intonaco.

Segnala Errore