Il Pd propone le consulte di zona, Brugnone: “Favoriscono la partecipazione”

Nella proposta di delibera dei democratici l'idea è quella di far partecipare soprattutto i giovani aprendole anche ai sedicenni: "Dovranno essere slegate dalla politica"

consiglio comunale busto arsizio massimo brugnone

«Quattro zone. Un eletto ogni 2mila abitanti. Circa 40 nuovi rappresentanti in totale per rendere la partecipazione democratica più vicina ai cittadini. Era una promessa da campagna elettorale e, anche se siamo all’opposizione, le promesse le manteniamo. Abbiamo depositato questa mattina la proposta». Il consigliere del Pd Massimo Brugnone annncia di aver presentato una proposta di delibera per l’istituzione dei Consigli di zona a Busto Arsizio e relativo regolamento suddiviso in 11 articoli.

Secondo lo schema pensato dal Pd per farne parte sarà necessario avere un’età minima per la candidatura di 16 anni «con l’obiettivo e la volontà di favorire la partecipazione dei più giovani e dare a tutti i cittadini voce istituzionale nel portare proposte all’attenzione del Consiglio comunale».

La consulta rimarrebbe in carica tre anni proprio perchè non sia legata alle elezioni comunali e per un tempo sufficiente affinché si consolidi un percorso per chi vuole rappresentare, senza divisioni partitiche (chi ha già incarichi istituzionali non potrà farne parte), il proprio territorio.

Altra particolarità nella versione pensata dai dem,  le proposte approvate nelle Consulte di zona devono obbligatoriamente essere discusse in Consiglio comunale: «Non devono essere solo un contentino per chi vuole lamentarsi, insomma – spiega Brugnone -. Ma un vero e proprio luogo di dibattito per far emergere i bisogni del territorio e far si che chi di dovere, appunta, ne discuta».

Altro punto importante della proposta è l’introduzione del bilancio partecipato: «Le Consulte di zona potranno richiedere alla Giunta di prevedere, nell’approvazione del bilancio, un capitolo dedicato ad alcune opere ritenute fondamentali per il territorio. Con anche forme di partecipazione da parte dei cittadini non eletti nelle Consulte».

Quattro le zone in cui verrebbero istituite le consulte: zona 1 (San Michele, Sacro Cuore, San Giovanni), zona 2 (Sant’Edoardo, Sacconago, Santa Croce, Borsano), zona (Redentore, Madonna Regina, Beata Giuliana), zona 4 (Santi Apostoli, Sant’Anna, San Giusepppe).

Regolamento Istituzione e funzionamento Consulte di zona Busto Arsizio

di orlando.mastrillo@varesenews.it
Pubblicato il 09 luglio 2018
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore