Da più di trent’anni con la stessa passione, torna la festa degli Alpini

La tradizionale festa degli Alpini e della Banda di Capolago apre i battenti il 13 luglio, alle 19 e andrà avanti per dieci giorni

E’ tutto pronto per la festa degli Alpini di Capolago che venerdì 13 luglio, alle 19, apre i battenti. Una tradizione che si rinnova da più di trent’anni e che torna al prato di via del Porticciolo per dieci giorni.

Lo storico gruppo degli alpini Alfonso Rodili e la banda Giuseppe Verdi infatti, hanno già montato struttura e tavoli. Da circa un mese lavorano per l’allestimento della festa che, come sempre, avrà anche una grande area esterna con tavoli e panche al fresco degli alberi. «Gli anni passano ma lo spirito è sempre lo stesso, questa festa ci fa sentire ancora giovani», racconta l’alpino Claudio Della Chiesa mostrando il menù di quest’anno.

Come sempre infatti, non mancheranno i due piatti “forti” della festa: il fritto misto di pesce e polenta e asino. Nell’elenco si trovano poi patatine e salamella, trippa, braciola, salamini di cavallo, sarde fritte, filetto di pesce, spiedini e tanto altro. Da venerdì e per i successivi dieci giorni quindi, l’appuntamento è dagli Alpini di Capolago che terranno i fornelli accesi per pranzo e per cena.

Il tutto anche grazie ad una formidabile squadra di volontari che ogni anno mette a disposizione il suo tempo per portare avanti la festa, «Sono il vero cuore pulsante della festa, lavorano incessantemente per 10 giorni e creano un’atmosfera di comunità vera: cosa difficile da trovare al giorno d’oggi».

Il ricavato inoltre sarà destinato, come sempre, a realtà o associazioni del territorio che si occupano delle persone meno fortunate: «Aiutare il prossimo è nel nostro DNA. Questi gesti rappresentano simbolicamente la nostra storia e la nostra identità».

Video di Stefano Solazzo 

di adelia.brigo@varesenews.it
Pubblicato il 12 luglio 2018
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore