Siamo pronti per la sfida Industry 4.0? 

Mercoledì 11 luglio alla Liuc-Università Cattaneo presentazione della ricerca “Analisi del fabbisogno manageriale delle imprese dei territori di Varese e Como rispetto alla digitalizzazione” 

digitale

Siamo pronti per la sfida Industry 4.0?”. Questo il quesito che farà da titolo alla presentazione della ricerca “Analisi del fabbisogno manageriale delle imprese dei territori di Varese e Como rispetto alla digitalizzazione”. Uno studio svolto dai ricercatori della Liuc Business School in collaborazione con Spi – Servizi & Promozioni Industriali srl (società di servizi alle imprese dell’Unione degli Industriali della Provincia di Varese) ed Enfapi Como, e finanziato da Fondirigenti.

L’evento si terrà mercoledì 11 luglio, alle ore 9.30, nell’Auditorium della Liuc– Università Cattaneo
(piazza Soldini, 5 – Castellanza).

Questo il programma dell’evento:
ore 9.15 welcome coffee e registrazione.
ore 9.30 saluti e apertura dei lavori:
Federico Visconti, Rettore LIUC – Università Cattaneo;
Marco De Battista, Coordinatore Aree Economiche Unione Industriali Varese;
Domenico Barone, Vicedirettore Fondirigenti.
ore 9.45 Gli obiettivi della ricerca: Eliana Minelli, Professore Associato LIUC.
ore 10.15 I risultati della ricerca: Andrea Urbinati e Niccolò Comerio, LIUC Business School;
ore 11.00 Lo stato dell’arte dell’Industry 4.0, testimonianze aziendali:
Michela Conterno, AD della LATI – Industria Termoplastici Spa di Vedano Olona (VA);
Francesco Pizzagalli, AD della Fumagalli Industrie Alimentari Spa di Tavernerio (CO).
ore 11.30 Il progetto formativo i-Fab: Giovanni Pirovano e Rossella Pozzi, LIUC Business School.
ore 12.00 Gli scenari futuri dell’Industry 4.0: Raffaele Secchi, Dean LIUC Business School.
ore 12.30 Chiusura dei lavori.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 10 luglio 2018
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore