Protesta dei lavoratori della Fiera di Milano

Un cambio di appalto mette a rischio 40 posti di lavoro. Filt-Cgil: «Nolostand usa da mesi lavoratori interinali per svolgere le stesse funzioni ad un costo più basso»

fiera artigianato rho terza

Continua la mobilitazione dei lavoratori della filiera Fiera Milano che da venerdì hanno perso il posto di lavoro. Questa mattina una cinquantina di lavoratori e la Filt Cgil ha organizzato un presidio presso il polo logistico di Arese presso Nolostand, azienda che lavora alle dipendenze di Fiera Milano, che ha comunicato negli scorsi giorni un cambio di appalto nel quale i dipendenti non verranno riassunti.

Secondo il sindacato, una decisione improvvisa e ingiustificabile con un calo di lavorazioni considerato che la stessa Nolostand usa da mesi lavoratori interinali per svolgere le stesse funzioni ad un costo più basso e che gli stessi 40 lavoratori oggi licenziati hanno accumulato ore di straordinario significative a testimonianza che il lavoro c’è e che l’unico obbiettivo è quello di contenere i costi del lavoro.

La mobilitazione proseguirà nelle prossime ore con possibili disservizi alle installazioni fieristiche della città. Nel frattempo prosegue il lavoro degli uffici legali del sindacato per verificare la genuinità dell’utilizzo di manodopera lungo tutta la filiera di Fiera Milano.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 02 luglio 2018
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore