Sberle al capotreno, disagi sulla linea Milano-Laveno

Un bisticcio a bordo all'altezza di Morosolo ha fatto fermare il convoglio, poi ripartito e giunto a destinazione

gallarate generico

Ancora violenza a bordo di treni lombardi. Questa volta è toccato ad un capotreno di 32 anni rimasto vittima di strattonamenti e schiaffi a bordo del treno 61 tra Milano e Laveno Mombello.

Il convoglio, partito dal capoluogo alle 16.52 è arrivato all’altezza della stazione di Casciago-Morosolo, dopo Varese quando per cause ancora in via di accertamento sarebbe scoppiato un bisticcio tra il capotreno e un utente.

Sta di fatto che il treno è rimasto fermo in stazione per una quarantina di minuti, dopodiché è ripartito alla volta di Laveno Mombello, dove il ferroviere è stato preso in carico dai sanitari e portato per accertamenti in codice verde all’ospedale di Cittiglio. Ai carabinieri non risultano denunce.

Pesanti le ripercussioni per i viaggiatori, che sulla linea hanno visto segnare ritardi importanti.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 02 luglio 2018
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore