Si chiude a Castellanza il Festival “Donne In canto”

Per la prima volta in dieci edizioni fa tappa a Castellanza la kermesse canora tutta in chiave femminile. Appuntamento con Monica Dellavedova a Palazzo Brambilla

monica dellavedova

E’ il primo anno che Castellanza partecipa alla manifestazione, grazie all’interessamento del Sindaco Cerini e dell’Assessore Bettoni, e le toccherà la serata che chiude un ricco programma iniziato il 12 febbraio con la presenza di Claudia Cardinale, madrina d’Onore del Decennale, e che di mese in mese ha coinvolto quindici amministrazioni comunali del Nord Ovest Milano, tra le quali Rho, Parabiago, Legnano.

Un totale di quasi trenta serate che hanno visto protagonista assoluto l’incanto della voce femminile presentata sotto le sue più svariate forme dal teatro al canto jazz… raccogliendo migliaia di spettatori entusiasti.

Domenica 8 luglio alle 21,30 sarà Monica Dellavedova che, accompagnata dal virtuoso chitarrista Stefano Bassi, calcherà il palcoscenico appositamente predisposto nel cortile di Palazzo Carminati Brambilla.

Una voce preziosa quella di Monica, che ha raccolto grande successo all’apertura del festival Donne In·Canto nel 2013. Per quest’anno ci propone “Two in green”: una serata per voce e chitarra elettrica, un percorso interessante alla ricerca di brani legati al tema dell’ecologia, della natura, della botanica. Il progetto nasce con l’idea di coinvolgere lo spettatore, con interventi musicali tratti da testi di autori e pubblicazioni del settore, trasportandolo nel cuore della natura, fino a riscoprire l’essenza stessa che accomuna tutti gli esseri viventi.

Una scelta musicale originalissima per riscoprire perle musicali a forte tematica ambientale, da Adriano Celentano a Cat Stevens, da Pierangelo Bertoli a Marvin Gaye, dai Beatles a Stevie Wonder da Angelo Branduardi a Lucio Battisti.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 03 luglio 2018
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore