Sos ansia: attivo uno sportello per le urgenze psicologiche

Dal dicembre, nei weekend, psicologi volontari rispondono alle chiamate di chi attraversa un periodo difficile. Un aiuto prima che insorga il disturbo psichico

telefono prima

Si chiama “Servizio di Urgenza Psicologica“. È un numero attivo nei weekend per dare conforto, sollievo ma anche intercettare difficoltà emotive prima che trascendano in disturbi psichici.

Il numero è il 337 1123818, rispondono alcuni psicologi volontari della cooperativa CREA onlus che, dal dicembre 2017, ha attivato il centralino presso la sede della Croce Rossa varesina di via Durant.

Dalle 9 alle 21, ogni  fine settimana, anche in questi mesi caldi di luglio e agosto, uno psicologo è a disposizione per raccogliere la frustrazione, l’ansia, la paura o la difficoltà mentale che possono capitare in seguito a stress da lavoro o studio, rapporti famigliari complicati, delusioni o la scoperta di una malattia.

«La maggior parte delle persone ci chiama perché trova il nostro numero in internet – commenta Alessandra Balena, responsabile del servizio a Varese  Quando si ha un’urgenza psicologica e non si sa a chi rivolgersi, ci si affida ai motori di ricerca. Altre persone arrivano a noi su segnalazione della Guardia medica con cui collaboriamo: a volte capita che si scambi la sofferenza psichica per problema fisico.  In caso di livello di ansa eccessivo o di attacco di panico, c’è proprio il bisogno di chiedere aiuto. Chi è depresso, invece, tende a rinchiudersi ma c’è spesso un limite, oltrepassato il quale, si avverte l’esigenza di aggrapparsi a qualcuno. Se quella persona è un professionista che sa fare le domande giuste, che sa allargare l’orizzonte dal piccolo contesto di sofferenza sino ad abbracciare le risorse che si hanno attorno, allora il beneficio è immediato».

In questi mesi di attività sono arrivate già decine di chiamate da parte di persone di tutte le età: « Ci sono tre grandi aree di disagio: il giovane alla fine degli studi o all’inizio del mondo del lavoro che vive con angoscia il passaggio e, all’improvviso, entra in crisi. C’è la persona anziana che affronta una malattia propria o di un congiunto e poi, ed è la casistica maggiore, c’è  il paziente già in carico ai servizi territoriali che, nel weekend, non ha il suo medico di riferimento e si rivolge a noi per dubbi o crisi improvvisi».

L’intervento tempestivo dello psicologo di turno permette di contenere la sofferenza, esplorare le risorse disponibili per affrontare la crisi e, se necessario, orientare la domanda di cura verso la struttura territoriale più idonea:  «In alcuni casi il nostro intervento è stato decisivo nell’orientare chi ci ha chiamati verso cure appropriate – spiega Alessandra Balena coordinatrice del servizio nella sede di Varese  – Siamo a disposizione di chiunque si senta sopraffatto sul piano psicologico. Può chiamarci chiunque stia attraversando una difficoltà psicologica, un evento di vita stressante e non occorre ricetta medica. Il nostro non è un telefono d’ascolto: il nostro compito è quello di aiutare la persona ad affrontare il suo stato di crisi, a riportare l’emotività a un livello accettabile, a vedere le risorse sociali attorno a sé. Noi riorientiamo verso possibili soluzioni ponendo le domande adatte per ridare equilibrio a chi ci ascolta».

Se necessario è possibile avere un colloquio gratuito di persona il giorno stesso, a domicilio oppure presso la sede della Croce Rossa italiana di  via Durant 2.

Il servizio è un’importante opportunità alternativa alle strutture, solitamente chiuse nel weekend, in un periodo dell’anno particolarmente delicato a causa delle alte temperature che in genere acutizzano alcune patologie o disturbi dell’umore ma anche perchè, in estate, è più facile trovarsi soli.

Basta chiamare il 337 11 23 818 e seguire le indicazioni dello psicologo di turno.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 05 luglio 2018
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore