Studenti lombardi promossi all’Invalsi: migliorano crescendo

Presentati i dati dei test Invalsi somministrati nel maggio scorso agli alunni di seconda e quinta elementare, terza media e seconda superiore

classe digitale flipped class generica scuola computer

L’Italia scolastica non è omogenea. Lo dicono i risultati dell’Invalsi, il test somministrato agli studenti di primarie, medie e superiori per testare il livello di preparazione della scuola pubblica.

All’ultima rilevazione hanno partecipato:

      ▪   29.337 classi di seconda primaria per un totale di 551.108 alunni;

      ▪   29.520 classi di quinta primaria per un totale di 562.635 alunni;

  • 29.032 classi di terza secondaria di primo grado  per un totale di 574.506 alunni;
  • 26.361 classi di seconda secondaria di secondo grado per un totale di 543.296 alunni

I test, effettuati al computer per evitare “aiuti” o suggerimenti, sono stati somministrati con lo scopo di verificare le competenze acquisite in italiano, matematica e inglese ( prova di ascolto e di lettura).

La media ponderata per stabilire il livello standard era posizionato a 200 una quota che gli studenti lombardi hanno superato brillantemente ma che ha evidenziano sacche di inadeguatezza preoccupanti in altre parti d’Italia.

Nella scuola primaria le differenze sono piccole e in generale non significative statisticamente. In terza media, invece, i risultati medi delle macro-aree tendono a divergere significativamente tra loro, tendenza che si consolida ulteriormente nella scuola secondaria dove risulta un nord con risultati superiori sia alla media italiana sia alla media OCSE, il centro che ha raggiunto risultati in linea con la media dell’Italia, più bassa della media OCSE, e un sud ( isole comprese) con risultati inferiori sia alla media italiana che alla media OCSE.

In seconda elementare la percentuale di alunni che in italiano non raggiunge il livello di adeguatezza oscilla intorno al 28% nel nord e nel centro-Italia mentre è fra il 45% e il 46% nell’Italia meridionale e insulare. Per Matematica le differenze tranne diverse aree del paese è anche superiore: gli alunni che non raggiungono il livello minimo è del 32% nel Nord Ovest, del 28% nel Nord Est, del 35% nel Centro e supera il 50% nel Sud e nel Sud e Isole, con quote rispettivamente del 54% e del 56%.

Gli studenti più bravi si confermano al Nord Est soprattutto alla fine del percorso scolastico. Alle superiori, infatti, ottengono risultati più alti in Matematica rispetto ai compagni “rivali” del Nord Ovest a cui contendono il primato in tutti i gradi. A brillare non sono solo alcune punte, ma tutto il sistema dato che attribuisce a questa macroregione il titolo di “sistema equo”.

Nel dettaglio i dati Lombardi

SECONDA ELEMENTARE
nelle prove di italiano gli studenti del Nord Ovest si collocano a quota 201 e la Lombardia ottiene 200
prove di matematica:  i ragazzi sono a quota 201 stesso livello per i bimbi lombardi
prove inglese : macoarea Nord Ovest 203 e i lombardi 205        

QUINTA ELEMENTARE
nelle prove di italiano gli studenti del Nord Ovest ottengono 203 punti mentre i lombardi totalizzano 204
nelle prove di matematica gli studenti del Nord Ovest sono a quota 202 punti e i lombardi 202
nelle prove di inglese: macroarea Nord Ovest 203 i lombardi hanno raggiunto i 205 punti

TERZA MEDIA
in italiano gli alunni del Nord Ovest totalizzano 207 punti e i lombardi raggiungono quota 209
in matematica gli alunni del Nord Ovest  raggiungono quota 207 e i lombardi  210
in inglese gli alunni Nord Ovest 214 (listening) 209 (reading)  e i lombardi  218 (listening) e 212 ( reading)

SECONDA SUPERIORE
in italiano a livello di macroarea per italiano il Nord Ovest raggiunge quota 210 e i lombardi 213 (Nei licei si sfiora il livello 230, gli istituti tecnici si fermano poco prima dei 210 e i professionali stazionano a quota 185)
per matematica, a livello Nord Ovest il livello è di 212 con i lombardi che raggiungono i 215 punti ( 230 nei licei, 210 nei tecnici e 185 per professionali)

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 06 luglio 2018
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore