Vaccinazioni: lombardi quasi in regola, ma manca il personale dedicato

In Lombardia non è ancora stata raggiunta la copertura richiesta per epatite B, morbillo, parotite, e rosolia. L'assessore Gallera spiega: "Non possiamo assumere più personale"

vaccinazione bambini neonati

Lombardi attenti e puntuali ma con qualche sacca di “ritardo”. È la fotografia che ha rilasciato l’Istituto Superiore di sanità circa la copertura ottenuta dopo l’entrata in vigore dell’obbligo per 10 sconfiggere malattie.

Questa mattina, l’assessore al Welfare Giulio Gallera ha risposto in aula al Pirellone sull’andamento della campagna su esplicito quesito presentati da Niccolò Carretta di Lombardi Civici Europeisti: « Per conseguire la copertura del 95% delle vaccinazioni che risultano essere “sotto soglia”,  “limiti e difficoltà oggettive” riguardano soprattutto la carenza di personale dedicato, che non può essere assunto. Regione Lombardia continua il lavoro di informazione e  per  intensificare la cultura delle vaccinazioni  su quelle famiglie che appaiono più restie oltre a pensare di delegare ai pediatri di base l’inoculazione dei vaccini».

Nella nostra regione la copertura ritenuta adeguata non è stata conta raggiunto per epatite B, morbillo, parotite, e rosolia.

Intanto nulla si sa di ufficiale in merito alla posizione del Governo sulla questione dell’obbligo vaccinale. Dopo le parole del vicepremier Matteo Salvini subito smentite dal Ministro Grillo che ha ribadito l’importanza dell’obbligo ( “i vaccini sono un fondamentale strumento di prevenzione sanitaria primaria e in discussione a livello politico sono solo le modalità migliori attraverso le quali proporli alla popolazione”), potrebbe slittare la data ultima del 10 luglio prevista per la presentazione definitiva dei documenti che attestino la regolarità del calendario vaccinale per l’ammissione alla scuola dell’infanzia e per evitare sanzioni in quella dell’obbligo.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 03 luglio 2018
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore