Il VCO dal Piemonte alla Lombardia, dalla Cassazione via libera al referendum

Gli ulteriori passaggi dovranno quindi essere la formalizzazione del quesito referenduario e la sua comunicazione al Quirinale e al ministero degli Interni

verbano cusio ossola

Dalla Cassazione è arrivato il via libera al referendum per l’annessione alla Lombardia della provincia del Verbano-Cusio-Ossola.

La corte, infatti, ha dichiarato legittima l’iniziativa nata dalla raccolta firme del comitato promotore per chiedere ai cittadini se passare dal Piemonte, Regione entro i cui confini oggi si trova il VCO, alla Lombardia.

Gli ulteriori passaggi dovranno quindi essere la formalizzazione del quesito referenduario e la sua comunicazione al Quirinale e al ministero degli Interni, ed entro 90 giorni dovrà essere indetta la consultazione da svolgersi poi entro i tre mesi successivi.

Il Parlamento, in seguito all decisione degli elettori, dovrà essere chiamato con una legge a ratificare il risultato.

Una parte consistente della “sponda ricca” del Lago Maggiore guarda quindi seriamente alla Lombardia. Ad aumentare il fascino della proposta c’è anche una situazione economica non del tutto florida dell’ente provinciale.

La Lombardia concede alla provincia di Sondrio, simile per conformazione a Verbania, agevolazioni superiori a quelle piemontesi. Quando si parla di “canoni idrici” per esempio, il Vco vorrebbe 18 milioni, ma il Piemonte li nega. A questo si aggiunga anche la politica sui tagli dell’accisa per la benzina, inferiore in Piemonte, o ancora l’addizionale IRPEF.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 12 luglio 2018
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore