Via Padre Lega, la Consulta lo sapeva? “No, chiederemo all’assessore”

Il presidente della consulta Ronchi-centro Paolo Rossi attende: "Dovevamo già convocare la Consulta, stringeremo i tempi"

gallarate generico

«Chiederemo appuntamento all’assessore Rech per conoscere i dettagli». Paolo Rossi, presidente della Consulta rionale Centro-Ronchi, è un po’ stupito da quanto accaduto in via Padre Lega, dall’abbattimento degli alberi e dalla notizia che non saranno sostituiti (se non sul tratto in salita).

La questione è stata posta nei giorni scorsi, non solo dalle voci della politica: ma la Consulta lo sapeva? Rossi non si straccia le vesti per quanto attuato fin qui, più che altro ora attende di capire come evolverà la questione. «Non lo sapevo. L’unica cosa che sapevo era che c’erano alberi malati, ma non quali e in che posizione esatta».

E ora, come vi muoverete di fronte alla questione? «L’idea è di chiedere appuntamento a Rech, conoscere i dettagli e di informare poi i residenti della zona di quali potranno essere i dettagli della soluzione alternativa».
La Consulta non è un organo consultivo vincolante, come lo erano le vecchie circoscrizioni, e le sue prerogative sono più ristrette (“l’amministrazione comunale può sentire il parere della Consulta”, premette il regolamento). Ma non è un po’ strano che su una scelta così significativa sul paesaggio urbano del quartiere non ci sia stato un passaggio? «Per quanto riguarda quanto è stato fatto fin qui, non saprei se il percorso sia corretto o meno, a questo punto vedrò di capire come condividere meglio le informazioni».
Ne discuterete in Consulta?
«La convocazione della consulta la dovrei fare non solo per questo, ma anche per i soldi dei progetti 2018, che quest’anno sono di 100mila euro complessivi per le cinque consulte. L’idea è di convocarla, vediamo di stringere un po’ i tempi. Questa novità degli alberi non ce la aspettavamo».
Non è che alla fine impiegherete i fondi per la consulta per ripiantare gli alberi?
«No, quei soldi servono per altri tipi di progetto. E non credo che con 20mila euro si possa intervenire con molti alberi».

di roberto.morandi@varesenews.it
Pubblicato il 11 luglio 2018
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore