E’ sul progetto stazioni il primo intervento di Iannini come esponente FDI

Si inserisce nel dibattito del progetto Stazioni il primo intervento di Gaetano Iannini, consigliere comunale eletto con la lista Galimberti e ora nel gruppo misto, come esponente varesino del partito di Giorgia Meloni

Consiglio comunale Varese 2016

Si inserisce nel dibattito del progetto Stazioni il primo intervento di Gaetano Iannini come esponente varesino di Fratelli d’Italia. E’ infatti firmata “Gaetano IANNINI, Gruppo misto, Esponente FDI” la lettera aperta che il consigliere comunale eletto con la Lista Galimberti e ora unico appartenente al gruppo misto in consiglio comunale a Varese ha indirizzato al sindaco e agli organi di Stampa.

Iannini si è avvicinato ufficialmente alla formazione politica guidata da Giorgia Meloni nel corso della assemblea milanese del 27 luglio scorso, quando Meloni ha fatto tappa nella sede lombarda dell’associazione guidata in regione da Daniela Santanchè: «Mi sono avvicinato alla politica nazionale nel 1994 con Alleanza Nazionale e sono andato avanti nel centro destra per anni – ha spiegato Iannini nel suo discorso all’assemblea milanese di Fratelli d’Italia che lo ha accolto – Fino a quando mi sono convinto che si potesse abbandonare una idea politica per un bene comune partecipando con delle persone per migliorare la città. L’ho fatto, sono entrato in maggioranza, (non cita con quale lista, ma è quella che sosteneva Galimberti Sindaco, ndr) ma questa divisione è stata quasi simultanea perchè nella realtà non è cosi. In realtà le ideologie contano, e non si riesce a ragionare insieme con chi non la pensa come te».

Al momento, Iannini è l’unico esponente varesino del partito, anche se il suo ruolo non è ufficializzato e questo non significherà la nascita di un gruppo “Fratelli d’Italia” in consiglio comunale: «In consiglio il gruppo sarà sempre misto, ma io rappresenterò personalmente FDI – precisa Iannini – A settembre poi ci sarà una riorganizzazione del partito a livello locale e provinciale, e vedremo cosa succederà a Varese».

Di seguito, il testo integrale della lettera aperta al sindaco di Varese Davide Galimberti

IL TESTO DELLA LETTERA

A quanto pare la lettera accorata e contemporaneamente indisponente ed arrogante che il sindaco Galimberti ha scritto a Giorgetti la doveva prima inviare ai suoi referenti di partito, Renzi e Martina, che hanno votato a favore dell’emendamento che blocca i fondi che, insieme ad altri comuni, dovevano arrivare, insieme ad altri comuni, a Varese.

Sta di fatto che i soldi del finanziamento, pur non essendo mai arrivati (al contrario di quanto annunciato con squillo di fanfare un anno fa, in questo periodo) sono stati inseriti nel bilancio in maniera quanto meno improvvida, tanto da far balenare al nostro sindaco l’idea di un consiglio straordinario ed urgente il 23 agosto per mettere una pezza a questa “ingenuità “.

Personalmente sia prima come rappresentante del gruppo misto ed ora come FDI sono contrario a questo modo di fare, pieno di annunci privi di reale sostanza. Per le dichiarazioni dei vari partiti che ho sentito in questi giorni mi è sorto il dubbio che a livello locale l’accordo di FI con il PD sia già in atto.

Ad avvalorare questa tesi c’è il silenzio di FI che ha preferito far parlare Rivoluzione Cristiana, partito simile ad un Avatar, più o meno come un ventriloquo fa parlare il suo pupazzo, in difesa nientepopodimeno che del sindaco Galimberti ed attaccando il governo Lega-M5S. È, oramai, evidente che c’è uno scollamento tra il partito FI ed il suo elettorato e molti suoi amministratori che stanno migrando in massa o in Lega o in FDI.

Al contrario FDI rimane coerentemente nel centro destra e a livello locale, per quello che è nelle mie possibilità, cercherà di ricompattare tutti coloro che nel centro destra si riconoscono e non possono accettare abbracci mortali con una sinistra che non è mai stata capace di dialogare con chi è sull’altra sponda per il bene dei cittadini accecata da un odio che non le permette nemmeno di vedere come è distante dalla gente comune e dai suoi problemi

Gaetano IANNINI, Gruppo misto, Esponente FDI

di stefania.radman@varesenews.it
Pubblicato il 11 agosto 2018
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore