Torna a
Varese-laghi
E-mail

 

Ore 16.26.19
Giorno
07/06/07
Il Comune di Omegna

Sulle orma di Rodari

Letteratura –  Nel 2001 aprirà il Parco della Fantasia a Omegna. A Varese il 9 novembre Varesenews organizza un incontro pubblico per ricordare il grande scrittore italiano a 80 anni dalla nascita 
Un parco per i bambini sulle orme di Rodari

"Vale la pena che un bambino impari piangendo quello che può imparare ridendo?" si domandava Gianni Rodari nella introduzione al Libro degli Errori nel 1979. Certo che no, e Rodari lo sapeva bene. Imparare giocando era la sua filosofia, che lo portava ad unire la cultura alla allegria, in un mondo dove questo connubio risulta sempre più difficile.

Un parco di gioco e divertimento dedicato a Rodari non poteva quindi che chiamarsi Parco della Fantasia. Un progetto interessante che il comune di Omegna (paese natale di Rodari) e la Comunità Montana Cusio Mottarone hanno voluto realizzare e lanciare proprio nell’anno in cui ricorrono gli ottant’anni della nascita. Sorgerà dalla primavera del 2001 sul Lago D’Orta e sarà interamente dedicato ai bambini tra i 2 e i 12 anni. Qui i giovani potranno imparare qualcosa di nuovo attraverso cinque percorsi di gioco e divertimento ispirati alle favole ed ai racconti del grande scrittore italiano.

Su uno spazio di circa 20.000 quadrati, divisi tra il centro della città e un’altura che domina il lago, sorgeranno la Ludorteca delle Tante Storie per giocare, i Laboratori della Grammatica della Fantasia, i Giardini della Torta in Cielo e la Piazza degli Arcobaleni. Luoghi fantastici dove i bambini ed i ragazzi potranno giocare, creare ed immaginare accompagnati dai genitori ed dagli insegnanti.

Gianni Rodari ha vissuto pochi anni della sua vita ad Omegna, trasferendosi giovanissimo con la famiglia a Gavirate e poi a Roma, ma la città non lo ha mai dimenticato, promuovendo già da diversi anni, incontri e convegni per ricordare e conoscere la sua letteratura.

Il programma del convegno internazionale di quest’anno è dedicato ad un tema molto particolare che riflette sulla diffusione dei testi rodariani all’estero e della loro traduzione. Sabato 21 ottobre 2000, si incontreranno ad una tavolo, infatti, i maggiori traduttori dei libri di Rodari tra cui Roger Salomon per la Francia, Li Guoqing per la Repubblica Cinese e Joachim Meinert per la Germania, per parlare della difficoltà e del successo della sua produzione negli altri stati del mondo.

Anche Varese non vuole mancare di ricordare Rodari, che nel varesotto ha vissuto per circa 17 anni, e Varesenews in collaborazione con l’Assessorato alla Cultura del Comune organizzerà per la seconda settimana di novembre un importante incontro pubblico sulle tracce del Rodari varesino. Nell’occasione saranno presentati il video realizzato dal Comune di Gavirate "Gianni Rodari a Gavirate. Gli amici raccontano" ed il sito internet realizzato da Varesenews.

Erika La Rosa

                           

Torna all'inizio dell'articolo