Cinema
Human cinema
martedì 27 settembre 2016

Human – Cinema e pace

Sarà Human, pellicola di Yann Arthus Bertrand, ad aprire martedì 27 settembre alla Tela “Cinema e Pace”, il ciclo di film organizzato dall’assessorato alla Cultura del Comune di Rescaldina e dall’Osteria sociale del buon essere. La rassegna, che rientra fra le iniziative del Mese della Pace, è incentrata sul tema dell’intercultura e dell’integrazione. L’ingresso è libero.

«Il vero viaggio di scoperta –dice Elena Gasparri, assessore alla Cultura– non consiste nel trovare nuovi territori, ma nel possedere altri occhi, nel vedere l’universo attraverso gli occhi di un altro, di centinaia d’altri: di osservare il centinaio di universi che ciascuno di loro osserva e che ciascuno di loro è».

Human, pellicola del 2015, è stato girato in circa due anni da Arthus Bertrand che, con la sua troupe, ha realizzato oltre 2mila interviste in 60 Paesi dando voce a chi spesso non ne ha. Il regista ha poi alternato le stesse in montaggio utilizzando immagini aeree del Pianeta in cui Umanità e Natura si fondono in immagini di forte impatto.

Ogni film (inizio 20.45) sarà introdotto dall’intervento di un’associazione la cui attività ha attinenza con le situazioni presentate dal film. Human sarà presentato da Amani ong, realtà dedita a bambini e giovani che nelle periferie delle grandi metropoli dell’Africa sub-sahariana vivono soli in strada, lontani dalle loro famiglie, in pericolo costante e senza la speranza di un futuro.

Gli altri film in programma sono:

Martedì 11 ottobre, ore 20,45: PRIDE di Matthew Warchus, presentato da Arcigay
Martedì 25 ottobre, ore 20,45 IO STO CON LA SPOSA di Antonio Augugliaro, Gabriele Del Grande e Khaled Soliman Al Nassiry, presentato da STRANITALIA   (www.stranitalia.org)

Concluderà il ciclo di film un concerto della band multietnica STRANIBANDA, sabato 29 ottobre alle 21.30. Per l’occasione, su prenotazione (allo 0331 1227236), si potranno assaggiare piatti da tutto il mondo rielaborati dagli chef de La Tela.

La Tela è un bene sequestrato alla criminalità organizzata, affidato al Comune di Rescaldina e gestito dalla Cooperativa ARCADIA insieme con altre associazioni del territorio. È diventato ristorante e centro di aggregazione e di promozione sociale e culturale.

Informazioni