Ricerca

» Invia una lettera

187 guasti in centrale

1 Stella2 Stelle3 Stelle4 Stelle5 Stelle
Loading...

9 novembre 2012

Gentile direttore, ho richiesto assistenza al 187, dopo aver verificato che non ci fossero problemi interni, non riuscendo a connettermi con l’Adsl e sentendo “un bel ritornello” mi confermavano che c’era “un guasto in centrale”, perché il server non rispondeva, risolvibile entro 24-48 h; dopo alcune ore la telefonata di una “voce metallica” mi chiedeva un questionario cui davo voti da 9 a 10, quasi come A. Sordi maestro nel film, rispondendo negativamente alla domanda se avevo risolto.
Il giorno dopo vedevo che il lampeggio del modem, fra l’altro riconosciuto dai centralinisti, era finalmente cessato proprio mentre mi avvisavano che era stato appunto aggiustato ma poco dopo si ripresentava lo stesso problema e ritelefonando, dopo i soliti 5 minuti di attesa e il fatidico sottofondo musicale, segnalavo il guasto; ieri riprovavo e venivo automaticamente deviato, come “doppione in corso”, a un’operatrice commerciale, “non tecnica” che però si intendeva, togliendomi la soddisfazione di fare presente come mai fra tante melodie avessero scelto proprio quella “litania un po’ irritante”, finendo gentilmente con una risata accondiscendente ed un sollecito perché cominciava a diventare urgente.
In conclusione è mai possibile che un servizio importante “funzioni come la freccia, adesso si … adesso no”, o forse fra i tanti scavi per i grandi lavori in corso ad Arcisate hanno rotto qualche filo?!
Nella speranza che non succedano più certe “sottospecie di sabotaggi”, solo oggi quindi invio qualcosa traendone lo spunto, altrimenti non avrei avuto niente da aggiungere al mio repertorio; “la vita è bella perché è varia” e prima o poi ce ne sarebbe per tutti, infatti ognuno ha le sue e comunque per curiosità se provate a telefonare, tanto per premunirsi o vaccinarsi, quando succederà non sarete presi alla sprovvista, controllando meglio l’agitazione del momento sopportando anche ulteriori sorprese, o nervosismi, semmai sorbendosi una “simpatica suoneria gratuita”.
Inoltre siamo oltretutto bersagliati da continui messaggi promozionali che invitano a cambiare piani o gestori energetici e telefonici, con sensazioni che “sfibrano le ottiche”, alla fine nella prospettiva di ritrovarsi “più legati a un filo”, anche sempre più sottile, mentre d’altro canto incombe la discussione sui cavi d’acciaio per il ponte sullo stretto di Messina, che in concomitanza con un terremoto potrebbero anche fare da “altalena”, al malcapitato.
Grazie dell’attenzione e un cordiale saluto.

Valter Abele Zaccuri

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.