Ricerca

» Invia una lettera

A-8, adesso aspettiamoci il Tutor

1 Stella2 Stelle3 Stelle4 Stelle5 Stelle
Loading...

25 ottobre 2007

Egregio direttore,
A pochi giorni dalla sfortunata morte delle due suore sulla A8 (incidente causato dalla perdita del carico da parte di un camion), sui pannelli luminosi della suddetta autostrada compare la scritta: “A8 Milano-Varese: da gennaio 5 morti. Guida con prudenza!”.
Io non tollero che chi scrive i messaggi su tali pannelli, utilizzandoli tra l’altro impropriamente, si permetta di speculare sulla morte di due persone. Due suore per giunta. Morte che ben poco ha che vedere con la guida prudente.
Non sono nuovi a fare prediche in modo inappropriato, ma questa volta hanno passato il segno.
Ed ho anche la sensazione che tali personaggi abbiano in mente di denunciare la A8 come una delle autostrade con mortalità maggiore, allo scopo di avere la giustificazione per introdurre quel mostro, degno solo di un regime totalitario e del Grande Fratello di Orwell, chiamato Tutor.
Così, rendendoci sempre più schiavi, sudditi ed ipercontrollati, potranno l’anno seguente, quando magari nessun camion perderà il carico ed i morti torneranno ad essere 3 (per esempio, non so neanche come abbiano perso la vita questi altri 3), vantare una diminuzione della mortalità dell 40% . Ovviamente grazie al Tutor, davanti al quale tutti dovremo inginocchiarci e confessare in nostri peccati in nome della sicurezza.
Peccato che sia tutto falso, frutto di una errata (in malafede, ovviamente) interpretazione delle statistiche, allo scopo di rimbecillirci definitivamente e di demonizzare la velocità in autostrada.
Falsi. E pronti a mettere sul piatto persino la vita di due suore per la loro subdola ed ipocrita propaganda.
Mi domando come vengano calcolate ed interpretate le altre statistiche relative alla incidentalità stradale, se questo è il modus operandi degli operatori.

lettera firmata

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.