Ricerca

» Invia una lettera

«A Laveno per vedere i fuochi e, sorpresa, il treno non c’è»

1 Stella2 Stelle3 Stelle4 Stelle5 Stelle
Caricando...Caricando...

16 agosto 2011

Buonasera,
vorrei segnalarvi l’ennesima incoerenza e dimostrazione dell’ incompetenza del management di chi gestisce dei servizi di utilità sociale che dovrebbero aiutare i cittadini a spostarsi sul territorio in maniera comoda ed efficiente.
Il giorno di Ferragosto, come da tradizione credo ultradecennale si svolgono i fuochi artificiali nella città di Laveno. Quest’anno per di più l’evento è amplificato dal fatto che ci sono i campionati del mondo. Gli anni precedenti, intelligentemente le Ferrovie Nord mettevano a disposizione dei treni speciali che assicuravano il ritorno degli utenti che avevano assistito ai fuochi con dei treni speciali appositamente predisposti.
Questo permetteva di evitare file chilometriche in auto, di alleggerire il già caotico traffico e i problemi di circolazione e non per ultimo contribuire a non immettere CO2 nell’ambiente (visto che va tanto di moda). Quest’anno lo spettacolo è desolante: arriviamo alla stazione di Gavirate e la prima sensazione è il deserto del Sahara: uffici di biglietteria chiusi, servizi igienici serrati, indicazioni zero assoluto. Per contro un discreto numero di viaggiatori tra il disorientato e lo sconcertato ventilava il fatto che esisteva sì, il treno delle 21.02 che portava a Laveno ma non esisteva alcun treno speciale o non, che riportasse indietro. Incredulo di tanta "intelligenza" chiamavo personalmente il numero verde di 3 Nord che mi confermava che non esisteva alcun treno per l’evento e che quindi non c’era possibilità di ritorno (col treno almeno). Morale della favola: l’orario ormai non consentiva di arrivare in tempo a Laveno e quindi serata rovinata.
Che dire…COMPLIMENTI A 3NORD e al suo LUNGIMIRANTE STAFF DIRIGENZIALE!

Luca Bettini

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.