Ricerca

» Invia una lettera

A noi italiani

1 Stella2 Stelle3 Stelle4 Stelle5 Stelle
Loading...

17 dicembre 2009

Egregio Direttore,
 Ho letto lo sfogo della Sig.ra Longhi del 14/12 e seppur comprendendone le motivazioni il suo contenuto mi fa riflettere poiché emerge il convincimento che nel nostro Paese non ci sia nulla da salvare.
Mi chiedo allora dove sia finito l’amore incondizionato per il nostro Paese da parte dei suoi cittadini. Dove si é perduta l’incredibile forza e determinazione di voler fare funzionare le cose, di lottare per stare meglio. Dove sono finiti gli Italiani ? E il patriottismo é ormai soltanto legato ad un tricolore che sigilla la vittoria di un campionato di calcio ?
Molteplici possono essere le spiegazioni ma sconcerta il fatto che di noi sia rimasta  la  la tendenza ad enfatizzare, talvolta sino all’estremo, ció che nel nostro Paese non funziona ; senza pensare peraltro che tutto ció che la Sig.ra Longhi elenca nel suo sfogo, accade in qualsiasi altro Stato europeo o realtá mondiale, in egual modo e talvolta con risvolti peggiori.
In Italia tuttavia dobbiamo avere a che fare con il « catastrofismo » mediatico che esalta i morti ammazzati, madri in preda a crisi di nervi, diciottenni al secondo seno rifatto, il nuovo look della vedette di turno, gli scippi, gli omicidi in diretta, la spazzatura, gente che chiede elemosina, gente che sciopera, i conti bancari dei poveri cristi e di quelli che hanno il conto in banca anche in paradiso, le abitudini sessuali di un presidente, gli insulti di un allenatore, i testi « osé » delle canzoni di Sanremo. E l’elenco potrebbe prolongarsi quasi all’infinito senza che venga menzionato qualcosa di positivo.
Per non dimenticare l’invasione di trasmissioni televisive che impongono la cultura del litigio per imporsi, dove per poter « essere » occorre « apparire », dove il gusto dell’orrido e del voyeurismo ha la meglio su contenuti di interesse comune. Ed é proprio qui il nocciolo della questione : si é perso di vista l’interesse comune, il bene della gente e al suo posto é rimasto un grande vuoto. E la mancanza di poter scegliere.
E in questo clima di chaos dove ci si sente persi, da Italiana spero e non voglio demordere nella convinzione, di poter trovare in ognuno di noi quella forza per riemergere che ci ha contrassegnati nella storia, per poter riscoprire tutto ció che di bello possediamo ; per poterci rimettere al centro della nostra vita. Proprio in questo momento così basso, abbiamo l’occasione per ritrovare l’amore per l’Italia e per gli Italiani. Sarebbe peccato non cogliere l’attimo…
Frida Calvino Colonia, Germania

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.