Ricerca

» Invia una lettera

A proposito di PD e centrosinistra

1 Stella2 Stelle3 Stelle4 Stelle5 Stelle
Loading...

18 giugno 2011

Caro direttore,
se questa rubrica stia ospitando una buona discussione sulle scelte del gruppo democratico in Comune a Varese, oppure sia solo teatro di una "guerra per bande" non sta a me dirlo. Né mi voglio sostituire ai lettori nel distinguere (cosa non difficile) tra i contributi costruttivi e le lettere frutto di vecchie-vecchissime ruggini.

E’ forse banale osservare che il mio partito, il PD, per il nome che si è dato e per come funziona è lì per essere giudicato sia nelle azioni dei suoi eletti, sia attraverso le manifestazioni della ‘base’. Nell’epoca del web libero sarebbe paradossale attendersi che venga dall’alto una qualche ‘interpretazione autentica’, e nemmeno si deve presumere troppo da un campione limitato di lettere e commenti.

In questi giorni abbiamo letto le dichiarazioni di Luisa Oprandi, Fabrizio Mirabelli, Andrea Civati e altri. Sappiamo bene in che modo e con quali motivazioni il gruppo consigliare ha deciso. Ora i commenti, sereni o arrabbiati, da chiunque espressi non dovrebbero dimenticare che questo è avvenuto in assoluta autonomia, nè interpretare le decisioni con motivazioni diverse da quelle date. Ad alcuni commentatori malevoli vorrei far notare che non vi è alcuna dichiarazione dei consiglieri del PD, nemmeno fatta sottovoce (a ‘microfoni spenti’), che giustifichi certe affermazioni pesanti che si leggono.

Da parte mia penso che il capogruppo abbia trovato del lavoro in più da fare e non certo una poltrona su cui riposare e ricordo che in Regione Lombardia il capogruppo del Pd non è il candidato Presidente della coalizione del 2010, penati, il quale non per questo non ha un proprio ruolo e una propria responsabilità.

Con ciò non nego che la vicenda ponga un tema politico importante: il coordinamento del centrosinistra. Ne parlano con chiarezza Rocco Cordì e Bruno Nicora. Se è di questo che si discute bene, se si vuole seguire la deriva personalistica o lo schema ‘buoni contro cattivi’ credo che la discussione finirà con l’esaurirsi su se stessa.

Morale, provvisoria, della favola?

La stima e l’amicizia per Luisa, Fabrizio, Luca, Andrea, Emilio, Giovanni, Giampiero e anche Rocco sono fuori discussione. Il rapporto tra loro potrà anche conoscere dissensi, non gli chiediamo di nasconderli, ma di sapersi ritrovare uniti dopo le discussioni.

Per il resto l’opposizione di cose da dire e fa fare ne avrà molte come ha dimostrato in campagna elettorale.

saluti cordiali

Roberto Caielli

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.