Ricerca

» Invia una lettera

A sinistra, è consuetudine “usare” l’argomento Mr. B.

1 Stella2 Stelle3 Stelle4 Stelle5 Stelle
Caricando...Caricando...

1 aprile 2011

Egregio sig. Direttore,
sono "Felice" di vedere avvalorate le mie tesi sulla sinistra italica.
Anche oggi, il sig. Ferrazza, di Gallarate, ne da la prova.
Nelle mie lettere ho fatto delle puntualizzazioni sull’operato della Lega e sull’operato dei deputati di sinistra, compresi e soprattutto quelli rappresentanti la nostra terra.
L’argomento era ed è il loro voto CONTRO al federalismo e CONTRO ad ogni proposta proveniente dalla nostra parte politica.
Ero sicuro di non ricevere alcuna risposta o alcun commento in merito.
Come sempre, a sinistra, è consuetudine "usare" l’argomento Mr. B. per "fuggire" alle proprie responsabilità.
Ormai è diventato lo sport preferito dalla sinistra, sbraitare contro uno a caso, spostando lì l’attenzione e poi scappare evitando le risposte.
Mi fa anche piacere di avere aggiunto al già vasto vocabolario dello stesso signore, anche il termine IPOCRISIA, per carpirne bene il significato, dovrebbe chiedere ai propri rappresentanti politici di sinistra, perché hanno votato contro l’interesse di tutti.
Sbaglio o é stato il Vostro segretario dire che il federalismo è nelle radici della sinistra italiana?
Sbaglio o è stato il rappresentante dei comuni prima e delle regioni poi ad approvare la riforma federale proposta dal governo? (dopo trattative)
Sbaglio o è stato il presidente dell’ANCI, uomo di sinistra e sindaco di Torino, a parlare di non capire il voto contrario del suo stesso partito dopo che l’avevano approvato nelle commissioni?
Sbaglio o è stato il Vostro segretario a dire " il federalismo va bene, ma finché c’è Mr. B. non ve lo faremo mai passare"?
Vogliamo andare avanti?
Purtroppo non sbaglio, e queste cose sono tutte vere, quindi, abbandonando il Vostro problema Mr. B., cosa mi rispondete in merito a questi fatti?
Volete proprio ricominciare con la solita manfrina, "lui ha detto; lui vuole dire; lui è…." e intanto i problemi non si risolvono.
A noi interessa cambiare questo stato rendendolo più giusto. Così come è oggi, è fatto su misura per le regioni più "furbe", quelle in regola, vengono sistematicamente penalizzate.
In nessun paese europeo, (senza andare lontano), nessuno potrebbe essere rieletto dopo avere lasciato sul lastrico la regione amministrata. Pensate invece cosa succede da noi.
Facciamo degli esempi:
Regione Lazio, Regione Campania, Regione Puglia ecc. ecc.
Chi oggi le governa, con "buchi" enormi (pensiamo alla sanità – malasanità), alle prossime elezioni potrebbe ricandidarsi ed essere rieletto.
Forse è anche per questo che hanno votato contro?
Caro sig. Ferrazza, non cerchi vie di fuga o alibi, io Le parlo di Lega e di leghisti, non mi risponda con Mr. B., iniziate a prepararVi per quando non farà più parte dello scenario politico, altrimenti Vi ritroverete senza argomenti.
E dopo con chi ve la prenderete pur di non rispondere alle domande che vi vengono fatte?

Ringraziandola per lo spazio concesso, porgo cordiali saluti

D.C.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.