Ricerca

» Invia una lettera

Acqua del Po ed acqua del cudè

1 Stella2 Stelle3 Stelle4 Stelle5 Stelle
Loading...

14 settembre 2011

Caro collega Sindaco Avv. Attilio Fontana,
sono stato eletto da poco in una lista civica nel Comune di Comerio ed in questi mesi ho apprezzato il contributo utilissimo che ANCI porta a tutti i Comuni, specie quelli più piccoli come il mio. Avere un’associazione che supporta i Comuni nell’interpretare il complesso quadro normativo e che cerca in modo imparziale di sostenere e sviluppare le attività di chi opera in prima linea al servizio della gente è importante. Nel rapporto con il Comune di Varese ho potuto constatare la struttura molto articolata
ed efficiente dei servizi sociali, con i quali ci siamo più volte interfacciati per diverse problematiche a noi occorse, la risposta rapida ed efficace ci ha permesso di soddisfare le esigenze dei cittadini e di riflesso sentirci utili verso la comunità verso cui ci siamo impegnati. Durante le ultime settimane della concitata vicenda relativa alla manovra finanziaria, ho potuto verificare l’approccio assolutamente rigoroso e corretto da parte di ANCI nell’analisi delle conseguenze che sarebbero ricadute sulla gente   all’approvazione della stessa.
Tante persone, forse travolte dall’emotività di questa epoca e dai tempi televisivi, non hanno avuto il tempo di verificare in dettaglio le conseguenze devastanti che l’approvazione di della manovra potrà avere sul loro futuro e su quello delle loro famiglie. Le analisi tecniche hanno visto convergere le critiche da parte di amministratori di tutte le aree politiche senza distinzioni ma, cosa più importante, alle critiche sono subito seguite le proposte concrete di modifica, questo è il contributo costruttivo dato da ANCI
Tu, e questo a mio parere è un grande merito, hai deciso di metterci da subito la faccia, e come amministratore Te ne sono grato, hai dato un esempio. Giovedì sarò nel mio Comune e deciderò quale iniziativa intraprendere in modo da non intralciare le attività istituzionali ma nel contempo far percepire il disagio e la difficoltà. A puro titolo di esempio lo scorso sabato abbiamo ricevuto, via mail, un taglio non previsto di 16.000 € nel bilancio del 2011, cifra che sostanzialmente corrisponde al sostegno alle
situazioni di disabilità nella nostra scuola. Oggi leggo che il leader del Tuo partito On. Min Umberto Bossi ha dichiarato che: "i sindaci hanno del tempo da perdere !” e successivamente si chiede sostanzialmente a Te di dissociarTi da tutte le attività che hai portato avanti nell’interesse di tutti i Comuni della Lombardia.
Senza voler essere irriguardoso vorrei dire al Ministro Bossi che domenica al posto di andare alle sorgenti del dio Po con il cerchio magico (ma dove siamo finiti !), potrebbe venire nel mio piccolo comune a bere un po’ di acqua del cudè, ne abbiamo tanta, risparmierebbe un po’ di soldi per la benzina e la scorta. Per par condicio e per chiarire che non è una lettera di parte la mia, gli direi di portare con se qualche suo amico leghista rosso del PD.
Dalle nostre parti abbiamo una storia comune fatta di lavoro, impegno nel sociale, associazionismo, concretezza e spirito naturalmente federalista, non possiamo più pensare che la nostra amata terra sia rappresentata in questo modo. Uniamoci tra sindaci, ripartiamo dal territorio, dal lavoro, dalla scuola, è il momento! 
Silvio Aimetti - Sindaco di Comerio

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.