Ricerca

» Invia una lettera

Adesso ho la patente e il treno non lo prendo più!

1 Stella2 Stelle3 Stelle4 Stelle5 Stelle
Caricando...Caricando...

31 agosto 2011

Egregio direttore,
ho compiuto diciott’anni da poco, il treno è sempre stato il mezzo più economico e comodo da usare per i miei piccoli e grandi spostamenti: sia per andare in vacanza che per andare a scuola o semplicemente per fare un giro in centro a Varese la sera.
Non mi sono mai lamentato delle condizioni e dei ritardi dei treni perché in fondo, a volte, mi faceva comodo entrare a scuola con mezz’ora di ritardo per scampare l’interrogazione: mi adattavo. Ma ora, avendo preso la patente, mi si apre la possibilità di scegliere tra la comodità della macchina e quella del treno.
Fino a qualche giorno fa avrei comunque scelto il fedele treno, ma ieri, giunto in biglietteria, ecco la sorpresa…2 euro un biglietto da Albizzate a Varese (11 km) che fino a due anni fa costava 1.65 euro; so che potrebbe sembrare poco, ma fate conto che per uno studente un abbonamento mensile da 15 kilometri oggi costa 37.50 euro mentre fino all’anno scorso costava 30.50 euro! Ora vi pongo la domanda: se dovessi andare da Albizzate al Sacro Monte in macchina quanto spenderei? E quanto invece dovrei “sborsare” con i mezzi pubblici?
Facendo due calcoli ho scoperto che se usassi la macchina risparmierei ben 2 euro tra andata e ritorno (Albizzate – Sacro Monte in treno + pullman sono 3.20 euro mentre in macchina 2.11 euro). Per quanto mi stia a cuore il problema dell’inquinamento, io ho solo 18 anni, e studiando non ho grandi entrate, quindi non posso e non voglio spendere più di quanto possa effettivamente permettermi. Il treno, come ogni mezzo pubblico, dovrebbe essere più conveniente dell’automobile e soprattutto un servizio accessibile a tutti, ma purtroppo non è più così. Questa rivalutazione in negativo dei mezzi pubblici non fa altro che spingere le persone a utilizzare l’auto e purtroppo, mi rattrista ammetterlo, ma a pagarne le conseguenze in futuro sarà il nostro pianeta.
Signori di TRENORD la prossima volta che aumentate il prezzo dei biglietti pensate bene alla fiducia che via via andate perdendo nei confronti dei trasporti pubblici e se non vi tange la parola FIDUCIA pensatela in termini economici: in quanti faranno ancora il biglietto? E in quanti continueranno a prendere il treno?

G.B & S.P.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.