Ricerca

» Invia una lettera

“Al futuro assessore chiedo di occuparsi del Sacro Monte”

Sacro Monte
1 Stella2 Stelle3 Stelle4 Stelle5 Stelle
Loading...

6 giugno 2016

Nell’attesa che gli ottantamila euro riguardanti la nuova segnaletica ci portino i trenta pannelli informativi che dovrebbero rilanciare il Sacro Monte, vorrei chiedere al prossimo assessore alla Promozione del territorio di provvedere fin da subito a realizzare un tour reale per avvicinare i turisti sia al Sacro Monte che al Campo dei Fiori.

Costa molto di meno e sarebbe comprensibile anche a coloro che non utilizzano mappe virtuali per conoscere e raggiungere queste località purtroppo penalizzate da un servizio di trasporto pubblico volutamente ridotto per giustificare i progetti di inquinanti parcheggi per auto. Basta osservare i pannelli attuali alle fermate degli autobus e ci si rende conto che Sacro Monte riceve solo un autobus ogni ora, per un totale di 16 corse giornaliere come Bregazzana, mentre a Campo dei Fiori sono riservate 4 corse dell’autobus CF fra le 10 e le 18.

La soluzione è semplice e si trova in quelle inascoltate proposte che richiedono semplici accorgimenti da attuare subito per non perdere le opportunità offerte dalla stagione estiva e soprattutto dall’anno giubilare che sta portando migliaia di pellegrini al Santuario e alla Cripta.
Il turismo del Sacro Monte non può accettare un trasporto pubblico che ha dimezzato la frequenza delle corse da 32 giornaliere alle attuali 16 e neppure tollerare l’assenza di qualche corsa serale che potrebbe vivacizzare il borgo e far rifiorire le attività economiche esistenti. Prolungare fino al piazzale Pogliaghi l’ultima corsa dell’autobus C che parte da piazza Monte Grappa alle 21.30, permetterebbe di poter riportare turisti che vi giungono durante la giornata ed avrebbero l’opportunità di fermarsi per cenare al Sacro Monte.

Anche l’autobus fantasma CF che giunge vuoto al capolinea del Grand Hotel Campo dei Fiori per ripartire alle 7.13 dimostra una incapacità di coglierne l’opportunità per offrirlo a potenziali passeggeri che pagherebbero il viaggio pur di assistere ad un’alba al Campo dei Fiori o per far colazione alla Pensione Irma. Sono piccoli accorgimenti che non hanno il fascino di un bando denominato dagli illusionisti “Varese Smart City tra lago e Sacro Monte”.

Cordiali saluti.
De Maria Domenico

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.