Ricerca

» Invia una lettera

Alitalia, smascheriamo i bugiardi

1 Stella2 Stelle3 Stelle4 Stelle5 Stelle
Loading...

22 ottobre 2007

Vorrei rispondere alla lettera “Scandalosa Alitalia” pubblicata l’11 ottobre u.s.
Sono un’ex assistente di volo che ha “dato il sangue” alla compagnia per 6 pienissimi anni, 6 anni di precariato in cui non avevo nessun tipo di garanzie per il futuro né una lontana remota possibilità di costruirmi una famiglia o avere bambini, 6 anni in cui però, ho donato senza riserve la mia professionalità al servizio dell’azienda e di quei passeggeri che, pochi ma buoni, hanno saputo apprezzare l’amore che mettevo nel fare il mio lavoro.
6 anni in cui, se soltanto andavo in banca a chiedere un mutuo, mi vedevo ridere in faccia dall’impiegato, perché “lei ha un contratto a tempo determinato, non può ottenere un mutuo”, (al contrario di ciò che il nostro caro scrittore da quattro soldi -con tutto il rispetto- asserisce).
6 anni in cui, ma quale Natale-Capodanno-Pasqua-Ferragosto-Sabato-Domenica…. tu DEVI lavorare di notte, di giorno, col freddo, col caldo….
6 anni in cui “Pranzo? Cena? Colazione? Ma non c’è tempo, il volo deve patire in orario!” e soldi spesi in dottori e gastroscopie e cure di fermenti lattici x anni…
6 anni in cui non ho avuto un solo giorno diritto di chiedere le ferie, nemmeno per partecipare alla messa per l’anniversario della morte di mio padre…
6 anni in cui TUTTAVIA, ho svolto questo lavoro con tutto l’entusiasmo con cui ho iniziato il primo giorno, apprezzandone i lati positivi, e sopportando quelli negativi, facendo tesoro di tutto ciò che imparavo, dai colleghi, dai dirigenti, dai passeggeri… sopportando i tipi saccenti che salendo a bordo ti dicono “ma signorina, cosa vuole insegnarmi, che quando ho iniziatoa volare io lei ancora non era nata!”, sopportando i colleghi (eh sì, ci sono anche quelli, pochi, ma ci sono!) che mi dicevano ” questo devi farlo tu, sei meno anziana di me!”, sopportando quelli dell’ufficio turni che puntualmente mi negavano ogni richiesta di qualsiasi genere, in qualsiasi caso.
inviterei lo scrittore/giornalista/bugiardo/incompetente in questione a documentarsi, prima di scrivere tali fesserie. Lo inviterei a farsi una sana chiacchierata con un assistente di volo, che gli spieghi per bene cosa vuol dire per una madre vedere il figlioletto di 4 anni infilarsi nella valigia la sera prima della partenza dicendole “mamma, perché parti? perché mi abbandoni sempre?”, oppure essere dall’altro capo del mondo quando al telefono le viene detto che il/la piccino/a ha detto la prima parola o, peggio ancora, è caduto dal seggiolone ed è al pronto soccorso perché si è spaccato il labbro inferiore.

>>>>Cosa giustifica 3000 euro al mese di stipendio per una hostess? Cosa fa di così ultradelicato, più di un carabiniere a Palermo, di un ingegnere, di un professore, di un medico? non guida lei l’aereo, serve solo caffè! E anche in maniera discutibile…<<<< Cosa giustifica 3000 Euro al mese (ma chi l'ha mai visti 3000 euro al mese poi?!?!) ??? il fatto di essere a svariate miglia di distanza dal suolo col rischio continuo di radiazioni ( e parlo del rischio meno grave), per non parlare del vero motivo per cui sono lì, in aria---non per farsi una passeggiata di salute (in montagna si respira molto meglio!) ma perché in caso di pericolo devono pensare a portare a terra la propria faccia e anche quella del passeggero maleducato seduto al 3a, quello che si è pure messo a ridere durante la dimostrazione delle procedure di sicurezza, "che tanto io so bene come ci si comporta in quei casi".. In base a queste stime un assistente di volo Alitalia guadagna 3.400 euro lordi al mese contro i 2.050 di un collega di Volare e i 2.200 di Air One.----->>>> Pura bugia, questo NON è lo stipendio medio di un assistente di volo Alitalia, e poi c’è una differenza sostanziale tra le due compagnie: Air One non effettua voli intercontinentali, la tratta più lontana che effettua è copenhagen, e questo fa differenza in termini di ore di volo, maggiorazioni notturne etc, etc, etc.
>>>magari lavora di più di 8 ore, ma anche in catena di montaggio c’e’chi lavora più di 8 ore!<<< tolga il magari, grazie. basti pensare che un volo Milano-Buenos Aires è schedulato circa 14h... di volo, calcolando che il servizio è quasi sempre il doppio del volo, fate un po' voi i calcoli. >>>>Ammortizzatori sociali elevati, in caso di disoccupazione…sapete a cosa ammonta l’indennità di disoccupazione di una assistente di volo stagionale? L’indennità è corrisposta nella misura del 40% della retribuzione percepita nei tre mesi precedenti la cessazione dal lavoro, nei limiti di un importo massimo mensile lordo che per il 2007 è di 844,06 euro, elevato a 1.014,48 euro per i lavoratori che possono far valere una retribuzione lorda mensile superiore a 1.826,07 euro. L’indennità viene pagata mensilmente dall’Inps con un assegno, quindi, l’indennità di disoccupazione di una hostess parte da un minimo rosicato di 844 euro mensili (1.600.000 lire lo stipendio di un impiegato/operaio) a un massimo di 1014 euro (2.000.000 di lire lo stipendio di un operaio/impiegato superfortunato). Ci credo che si possono permettere mutui con contratti precari, le loro indennità sono praticamente stipendi medi di comuni mortali!<<<<< ma dico, stiamo scherzando? ma queste informazioni dove le ha lette, su topolino? io come stagionale, ho percepito x anni assegni di disoccupazione (che, per inciso, si basano sugli STESSI IDENTICI CRITERI DI TUTTI I LAVORATORI PRECARI ITALIANI, NON è CHE HANNO FATTO UNA LEGGE AD HOC SOLO PER GLI STAGIONALI ALITALIA!), il quale assegno di disoccupazione, come lei stesso ha affermato, viene calcolato in base agli ultimi stipendi percepiti, quindi: più uno lavora, più alto è l'assegno di disoccupazione che percepisce, e comunque il mio non è mai stato più alto di 500-600 euro al mese. chiedo umilmente perdono se mi sono dilungata troppo, ma credo che queste precisazioni fossero doverose nei confronti di una categoria che viene fin troppo spesso accusata e attaccata, nella stragrande maggioranza dei casi senza cognizione di causa. questo è uno dei grossi mali del nostro amatissimo Paese.. tutti vogliono parlare di tutto, ma non capiscono niente di niente. Prego di veder pubblicata la mia risposta, se non altro per amore della verità.

Roberta Li Causi

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.