Ricerca

» Invia una lettera

Anche a Varese il Pd deve cambiare passo (e volti)

1 Stella2 Stelle3 Stelle4 Stelle5 Stelle
Caricando...Caricando...

18 giugno 2011

Egregio direttore di VareseNews,
mi sto appassionando molto al dibattito sviluppatosi in questa rubrica sul Pd.

E’ un segno importante che la gente, al di la di qualche lettera pilotata, si sta appassionando alla politica e lo fa verso il partito che per nome (democratico) e per ambizione dovrebbe essere vicino ai cittadini.
E questo dibattito ha aperto uno squarcio nella dirigenza del partito chiamata a cambiare metodi.
Potrà non piacere a chi governa il Pd da più di vent’anni (Marantelli, Tosi, Caielli…) ma la forza della rete (internet) sta proprio nel rendere tutto immediato, trasparente e aperto al contributo di tutti.
Anche a Varese il Pd deve cambiare passo (e volti). Se la rete ha dato un contributo per la vittoria nei referendum molto potrà fare anche per determinare i successi (o le “sberle”) del Pd.
Ma i soliti volti noti devono necessariamente farsi da parte. Solo così nuove energie potranno entrare in scena: diversamente resteranno fuori come avvenuto negli ultimi anni per assoluta mancanza di spazio. Ringrazio VareseNews per questo importante spazio di confronto che viene
lasciato ai lettori.

Fabrizio Zanna

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.