Ricerca

» Invia una lettera

Ancora su autovelox

1 Stella2 Stelle3 Stelle4 Stelle5 Stelle
Caricando...Caricando...

27 aprile 2007

Buongiorno direttore
Premetto che ho seguito i dibattiti sui recenti incidenti, e invito tutti, automobilisti e centauri, a rispettare le regole della strada ed in particolare i limiti di velocità. Succede però che gli stessi organi che dovrebbero incentivare la sicurezza stradale e far rispettare le regole, si trasformino in pericoli per gli utenti. Mi spiego.
Come tutti i giorni oggi percorrevo la strada del lago Buguggiate – Cassinetta, in direzione Buguggiate. Poco prima del “famoso” distributore Api mi trovo a dover frenare bruscamente con il pericolo di tamponare e di essere a mia volta tamponato. Procedo un poco e scopro che sulla destra, dietro un muro, lateralmente con profondità di un paio di metri e ben occultato tra due siepi vi era un autovelox. Dall’altra parte della strada, un auto borghese e dietro di essa due agenti, non ho fatto in tempo a vedere di quale arma. Mi dispiace non aver avuto a portata di mano una fotocamera.
Le considerazioni sono queste: l’autovelox è uno strumento scomodo per noi utenti, ma giusto quando viene messo con il reale scopo di punire chi transita veloce in tratti pericolosi; finiamola di dire che serve a prevenire gli incidenti, quello che mi è capitato oggi ha spento le mie pur flebili convinzioni riguardo ciò. Non tollero invece, che sia sempre posto in tratti “facili per fare cassa”, dove i limiti sono troppo bassi senza motivo. In quel tratto, dopo le rotonde, c’è solo una laterale, che comunque gode di ottima visibilità. Queste sono solo riflessioni, supposizioni… ma la legge cosa dice?

Articolo 43 del C.d.S. e articolo 183 di attuazione dello stesso:
“Gli agenti preposti alla regolazione del traffico e gli organi di polizia stradale di cui all’articolo 12 del codice, durante i servizi previsti dall’articolo 11, commi 1 e 2, del codice quando operano sulla strada devono essere visibili a distanza, sia di giorno che di notte, mediante l’uso di appositi capi di vestiario o dell’uniforme confezionati con tessuto rifrangente di colore bianco o grigio argento a luce riflessa bianca.”

Questa è una norma sconosciuta a molti, sulla quale le amministrazioni comunali marciano in quanto non essendoci obbligo di verbale immediato, l’utente non si accorge di “beccare” l’autovelox e quindi non può dimostrare l’inadempienza..

Bene, io ho visto a Malapena due berretti e l’autovelox era nascosto. Perchè la legge è infranta prima da chi dovrebbe farla rispettare?

lettera firmata

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.