Ricerca

» Invia una lettera

Ancora sul polo fieristico

1 Stella2 Stelle3 Stelle4 Stelle5 Stelle
Loading...

30 marzo 2005

Caro Direttore,

a pochi giorni dal voto regionale, anche parlare esageratamente male dell’inaugurazione del nuovo polo fieristico milanese suscita qualche sospetto. E’ una critica troppo di parte per essere onesta perchè ignora completamente come l’eccezionalità dell’opera faccia comunque scivolare in secondo piano l’eccessivo “tempismo” con cui viene inaugurata. Pretendere poi di parlarne sotto tono o di non parlarne proprio, come si evince da alcune lettere inviate al direttore di Varesenews, mi sembra una pretesa censoria, comunque una medicina peggiore del presunto male, soprattutto in un paese come il nostro dove, sotto patacche di diverso colore, passano decenni prima di gettare qualche chilometro d’asfalto. Ci dispiace per tutti questi detrattori che spuntano come funghi velenosi ad ogni vigilia ma l’evento è troppo grande per pretendere anche che un serio giornalista come Marco Giovannelli non possa esercitare correttamente il suo lavoro, cioè informare o almeno prendere atto della nascita di uno dei più importanti sistemi fieristici al mondo che porterà innegabili vantaggi al nostro territorio come una forte crescita del sistema infrastrutturale di cui si ha tanto bisogno ma di cui altrettanto ci si lamenta. Nemmeno Filippo Penati, presidente del governo provinciale milanese di centro sinistra, l’ha buttata in polemica quando ha dichiarato: “E’ la più grande e più bella fiera del mondo. Un progetto strategico per l’intero Paese che sarà determinante per affrontare al meglio la competizione internazionale”. Un motivo di riflessione in più per non buttare via assieme all’acqua sporca anche il bambino e soprattutto la propria intelligenza.

Con stima

Mauro Carabelli

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.