Ricerca

» Invia una lettera

Assistenza agli anziani, tutelare le persone deve essere la priorità

vecchiaia anziani dotcuore
1 Stella2 Stelle3 Stelle4 Stelle5 Stelle
Loading...

3 luglio 2017

Gentilissimo direttore,

desidero, innanzi tutto, rispondere al Dr. Gutierrez dicendo che non so come faccia a fare tali affermazioni sulla continuità del servizio quando, il giorno 28/06 alle ore 15:07, ho ricevuto (finalmente) la telefonata del distretto di Azzate con la quale mi veniva comunicata la sospensione del servizio a partire dal 1° Luglio. L’operatrice del distretto mi ha detto di richiamare a Novembre che, forse, ad Ottobre la Regione avrebbe stanziato qualcosa, si è altresì premurata di avvisarmi che il Comune di Buguggiate (dove mia mamma risiede) non ha il servizio SAD, però di rivolgermi comunque all’assistente sociale per chiedere la misura B2.

Desidero ringraziare il Sig. Bartoccini che ha scritto la sua esperienza a riprova che io non avevo nessuna intenzione di avere 5 minuti di notorietà, ma semplicemente volevo portare all’attenzione un disservizio che sta causando difficoltà alla mia famiglia e a tante altre che magari non se la sentono di “denunciare”.

Desidero ringraziare il consigliere regionale Sig. Emanuele Monti per l’attenzione e per quanto ha scritto.
Desidero ribadire l’importanza di tutelare le persone fragili che siano anziani, che siano bambini, che siano disabili e le loro famiglie, così come desidero ringraziare l’impegno di tutti gli operatori che quotidianamente lavorano nel settore assistenziale.

Emanuela Zilioli

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da MorenoZeta

    Buongiorno
    in merito a quanto sta accandendo in questi giorni ad utenti cargiver costretti a vivere l’ennesima beffa sociale, vorrei segnalare la totale assenza di informazioni sia da parte dei servizi sociali territoriali (Comabbio, ndr) e qualsiasi forma di supporto nelle scelte.

    In particolare avendo DUE genitori totalmente non autosufficienti, di cui entrati a diritto del piano B2 e RSA aperta, da inizio anno è stata revocata la misura B2(utile per provvedere al sostentamento) in quanto si diceva incompatibile con la RSA Aperta. ora viene tolta anche RSA aperta.

    Bene mi chiedo se questa tanto decantata socialità assistenziale cosa altro potrà chiedere? Forse un contratto a tempo determimato per la vita dei miei genitori? Esiste una sola parola VERGOGNA