Ricerca

» Invia una lettera

Aumento dell’IVA e diminuzione delle tasse ai più ricchi

1 Stella2 Stelle3 Stelle4 Stelle5 Stelle
Loading...

23 giugno 2011

Egregio direttore,
ho appreso dell’ipotesi di aumentare l’IVA al 21%. Trovo patetico che in tempo di forte crisi economica, il nostro Esecutivo pensi di aumentare la tassa sui consumi. Non credo si debbano scomodare i vari pensatori economici nel capire che in questo contesto economico i consumi andrebbero incentivati per far ripartire l’economia e non invece tassati. Questo lo capirebbe anche un ragazzino delle elementari con il proprio testo di educazione civica (ammesso che esista ancora) e mi stupisce che gli pseudo-economisti che prendono lauti compensi dai contribuenti italiani non riescano a comprenderelo.
 
Per quanto riguarda le tre aliquote IRPEF, i redditi che vanno dai 15.001 ai 28.001 € (credo siano i 2/3 del reddito della popolazione italiana) vedranno aumentata l’aliquota dal 27% al 30%, mentre i
redditi fino a 55.000 € vedranno una riduzione di ben 8 punti percentuali.
Per la fascia di reddito più alta, oltre che il beneficio del taglio di IRPEF del 8% sino a 55.000 € avranno lo sconto di un ulteriore 1% sul reddito eccedente i 55.000 €.
 
Davanti ai dati è palese che vengono colpiti i consumi con l’aumento dell’IVA e la massa dei contribuenti con l’aumento dell’aliquota intermedia. La casta ne uscirà ancora una volta premiata.
 
Cordialmente
Devis Tonetto

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.