Ricerca

» Invia una lettera

Auto in sosta vietata, maleducazione e indifferenza

1 Stella2 Stelle3 Stelle4 Stelle5 Stelle
Loading...

3 dicembre 2013

Buongiorno,
ho appena assistito ad una scenetta a dir poco deprimente dalla finestra del mio studio (in pieno centro Varese).
Di fronte c’è una villetta, con regolare cartello di passo carraio affisso sul cancello, cartello che REGOLARMENTE viene ignorato dai mille cafoni che parcheggiano selvaggiamente la macchina lì davanti.
Circa 30 minuti fa la padrona di casa ha cercato di uscire dal cancello con la sua auto, ma trovandosi la strada ostruita ha cominciato a suonare (giustamente) ripetutamente il clacson… ma -dopo almeno 10 minuti di strombazzamenti- nessuno si è fatto vivo.
A quel punto è uscita dalla macchina e ha scoperto che l’auto in questione era aperta… così ha deciso di spostarla un pochino, giusto per vedere se così sarebbe riuscita ad uscire… Mentre risaliva in macchina sono spuntati due ausiliari del traffico… La povera signora, fiduciosa, è quindi prontamente riscesa dalla sua auto e ha spiegato tutto ai due che… udite udite… l’hanno cazziata perché ha osato entrare nell’auto -non di sua proprietà- per spostarla.
Non solo… se ne sono andati trattandola in malo modo e non hanno nemmeno fatto la multa all’auto in divieto di sosta.
Ora io dico… questi simpaticissssssimi ausiliari al traffico non esitano a multare le macchine che, regolarmente parcheggiate nei posti a pagamento, hanno magari fatto scadere da CINQUE MINUTI il gratta-sosta, ma simili cafoni, che mollano l’auto in posti non regolamentare, per di più ostruendo la via di uscita di un passo carraio… non vengono minimamente presi in considerazione.
Per la cronaca… sono passati circa 40 minuti, la signora con mille manovre è uscita, ha rimesso l’auto incriminata in mezzo al suo passo carraio e se n’è andata. E l’auto è sempre lì…
CHE SCHIFO!

L.B.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.