Ricerca

» Invia una lettera

Autovelox, regole vecchie

1 Stella2 Stelle3 Stelle4 Stelle5 Stelle
Loading...

27 settembre 2006

Caro direttore aggiungo anche i miei “due centesimi” alla discussione sugli autovelox.
Rispetto le opinioni del consigliere comunale di Cardano, va da sé che le regole vadano rispettate anche se sono anacronistiche e che la disciplina degli automobilisti è fondamentale per la sicurezza di una comunità.
A mio parere però, dal punto di vista strettamente tecnico, il limite di velocità è influenzato da innumerevoli parametri dei quali il legislatore non può ovviamente tenerne conto.

Passare a 50 Km/h davanti ad una scuola, alle 7.30 del mattino è estremamente pericoloso, passare per la stessa strada alle 2 di notte a 65 Km/h è un operazione di tutta sicurezza. Eppure nel secondo caso vengo sanzionato nel primo no.
Lo stesso esempio lo potremmo citare per innumerevoli strade comprese le statali ingolfate di centri commerciali, estremamente trafficate di giorno e semideserte dopo gli orari di apertura.
Come dicevo prima ovviamente il legislatore non può prevedere un limite “ad orario” e si presume che sia chi è preposto ad applicare la normativa che tenga conto di questi parametri, utilizzando la sanzione come “strumento” per reprimere comportamenti pericolosi e non come un Dogma.

Purtroppo ciò non accade, gli autovelox vengono piazzati negli orari e nei luoghi ove vi è la massima possibilità di rilevare le infrazioni, nella mia purtroppo lunga “carriera” dal lato sbagliato dell’autovelox ho collezionato multe a velocità mai superiori ai 72Km/h e sempre in orari notturni o serali o in tratti di strada ove era obbiettivamente impossibile rispettare i limiti.

Da qui l’idea diffusa che l’obbiettivo non sia reprimere i comportamenti illeciti ma quello di fare cassa.
Credo che fino a quando la polizia Municipale si ostinerà a far rispettare i 50 Km/h alle 23.10 in strade di campagna la gente non potrà fare a meno di sentirsi derubata.

Claudio Mazzucchelli

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.