Ricerca

» Invia una lettera

Bardello, osservazzioni di un viandante

1 Stella2 Stelle3 Stelle4 Stelle5 Stelle
Caricando...Caricando...

14 aprile 2011

Gentile redazione.
 
Nel mio peregrinare per strade e vicoli del alto varesotto ho deciso di prestare un occhio di attenzione particolare alla curiosa vicenda viabilistica di Bardello.
Premetto che ancora non ho capito esattamente se era meglio prima o è meglio adesso. Impostare la circolazione stradale a giorno d’oggi è un compito
ingrato per degli amministratori comunali. Qualunque sia il comune.
Su Bardelo ho letto molte lettere inviate a questa rubrica e mi sono fatto un pò di riflessioni. Per meglio comprendere la cosa, ho deciso di percorrere due volte
in auto la famosa via piave e due volte a piedi la stessa, in entrambi i sensi, soffermandomi ad osseervare attentamente tutti i dettagli. Le mie impressioni sono quindi
le seguenti:
 
La via piave inizia in corrispondenza della nuova rotonda ad otto. Dirigendosi verso il centro del paese noto diverse sedi di aziende, ci sono magazzini edili, la vecchia
fabbrica di termostati, più varie altre. Curiosiamente nessuna di esse espone striscioni, malgrado il fatto che siano investite pure esse dal traffico, come mai? Provo a rispondermi
da solo: perchè mai dovrebbero protestare? Più flusso di veicoli davanti maggior probabilità di incremento di lavoro. Noto quindi che gli striscioni sono tutti affissi in corrispondenza
di abitazioni. Noto inioltre che ci sono molte abitazioni di recente costruzione, specie sul lato sinistro della strada. Che strano… ma perchè hanno edificato un aerea residenziale
attigua ad una prettamente industriale? Chi ha comprato casa li non si è posto il dubbio se il traffico in un area fitta di aziende strategiche non fosse eccessivo e fastidioso?
Noto inoltre che la strada è a doppio senso di circolazione non per tutta la sua lunghezza. Possibile che per gli abitanti il traffico sia così insostenibile? Per la maggior parte dell’arco
della giornata non vedo molto movimento. Salvo nei classici orari di uscita e rientro dal lavoro…. Io che abito sulla SS 394 non ho mai pensato di esporre striscioni, eppure su questa
statale che mi passa fronte casa il traffico è 20 volte più intenso rispetto alla via piave di bardello…. altra considerazione: perchè dal incrocio con via roma in poi, proseguendo per biandronno
non c’è tracciqa di nessun striscione? eppure li il traffico è ancor superiore essendo strada a doppio senso, che per altro scarica molto traffico in direzione gavirate…. Provo a rispondermi
di nuovo da solo: forse perchè li gli abitanti sono abituati da anni al traffico. Praticamente da sempre.
Forse allora qualcuno chiede un pò troppo.Chi ha deciso di modificare così la viabilità immagino ci avrà pensato sopra un pò prima di attuare la modifica. Gridare così forte allo scandalo
mi pare un pò egoistico… Cosa dovremmo fare noi cocquiesi allora? Pretendere la deviazione di una strada statale per poter aver più pace? Ed allora perchè tale pretesa non la vanta qualunque altro cittadino italiano che abita su strade trafficate? Il senso civico, a mio modesto parere, passa anche nell’accettazione di qualche disagio nel interesse del bene comune.
Massimiliano Buzzi, un viandante

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.