Ricerca

» Invia una lettera

Bestie di satana, polemica ad ogni costo?

1 Stella2 Stelle3 Stelle4 Stelle5 Stelle
Loading...

3 aprile 2007

Gentile Direttore,
devo confessare di essere oggi un poco deluso dal suo giornale, che comunque seguo con assiduità ed interesse per la sua generale qualità.
Mi riferisco alla vostra presa di posizione sulla (secondaria) vicenda dell’articolo ironico apparso sul settimanale “Io donna” e riguardante le Bestie di Satana e della relativa lettera del sig. Tucci.
Sembra che vi siate uniformati alla banalità e alla ricerca della polemica ad ogni costo, sulla falsariga di quanto accaduto al Tg5 per il video apparso su Youtube, dove alcuni studenti simulavano la decapitazione di un compagno impugnando degli ombrelli.
“la prima notizia che il lettore cerca sul giornale è quella che già conosce e lo riguarda da vicino” sosteneva McLuhan e in un paese litigioso come il nostro ognuno è pronto a schierarsi per la libertà di satira (lo scherzo) o sul fronte contrario per il la difesa di generici valori (il moralismo).
Si tenga presente (Mi Si Consenta l’aneddoto) che nei paesi anglosassoni il 1 Aprile sono le stesse redazioni a “fabbricare” una notizia palesemente falsa che inserita tra le altre, verifichi l’attenzione dei lettori.
Se ha avuto modo di seguire i commenti dei vari blog sull’argomento “goliardica decapitazione” avrà anche potuto notare la partigianeria con cui i seguaci dell’una o dell’altra fazione si sono affrontati, in molti casi insultandosi come ragazzini.
Ogni giornalista faccia come crede (ci mancherebbe) ma, cosa è più importante nella sua professione: attirare più lettori possibile per raccogliere molta pubblicità o offrire informazione ad individui dotati di raziocinio?
Oltretutto, questo genere di notizie, sia che stimolino la partigineria sia che si rivolgano alla morbosità (tipo vallettopoli), rischiano di essere frutto di montature e sono molto facilmente manovrabili da terzi che abbiano un qualsiasi interesse a farlo.
Spero raccoglierà la critica che vuole essere costruttiva e che riguarda il modo italiano di fare comunicazione e solo incidentalmente un trascurabile dettaglio nella sua testata.

Cordiali Saluti
Martino Cavalleri
* * *

Gentile Martino,
grazie per averci scritto. La scelta di riprendere il contenuto della rubrica di “Io Donna” non è dettata dalla volontà di “fare polemica ad ogni costo”, come lei sostiene. Rappresenta piuttosto la denuncia di un giornalismo che a volte lavora sull’immaginario collettivo (in questo caso le bestie di Satana e tutto ciò che si è detto e scritto su questa vicenda) con modi che noi abbiamo ritenuto discutibili. Il punto, lo ripetiamo, non è la liceità o meno, nel “villaggio globale” – tanto per citare il suo amato McLuhan – del diritto di critica, o di satira, ma i mezzi e i toni che si utilizzano. Citare un fatto di cronaca non ancora concluso, non solo dal punto di vista processuale, ma ancor prima da quello umano, per le ferite che questo ha inferto nelle vittime e anche nella coscienza pubblica di una provincia che ha vissuto questo dramma, per “fare satira” del potere è una scelta forte, che varesenews (e lei ci conosce) non fa e mai farà. Proprio in virtù del fatto che siamo un giornale, e che trattiamo di cronaca, abbiamo inteso dare la possibilità ai nostri lettori, soprattutto varesini, di farsi un’opinione su ciò che è stato scritto e che in qualche modo tira in ballo la provincia in essi vivono, tutto qui. Il nostro diritto di esprimere un’opinione su ciò che accade e ci riguarda, si ricordi, è lo stesso che protegge il diritto di molti di essere indifferenti a ciò che succede. Solo che noi siamo un giornale, e di quelli a cui non piace stare zitti.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.