Ricerca

» Invia una lettera

Bossi e gli avvisi di garanzia

1 Stella2 Stelle3 Stelle4 Stelle5 Stelle
Caricando...Caricando...

2 agosto 2011

Cara VareseNews,
vorrei solo simpaticamente rimbrottare l’italiano deluso della lettera 9, il quale da quanto scrive fa evidentemente parte di quella fetta, certamente non trascurabile di elettori leghisti, i quali sono convinti che Umberto Bossi non abbia mai ricevuto un avviso di garanzia.

Sara’ bene dire una volta per tutte, come noto fin dai tempi di Tangentopoli, che per sua stessa ammissione Bossi aveva la fedina penale sporca fin da giovane, a quanto pare per assegni scoperti, e che non e’ affatto passato immune da Tangentopoli, se la memoria non mi inganna, poiche’ anche li’ ha subito condanne per finanziamento illecito.

Attenzione dunque, Bossi e’ una persona alla quale puo’ essere attribuita una certa virilita’ di pensiero, gli si puo’ dare l’attenuante del guerriero, ma in quanto a purezza egli puo’ al limite essere "purista" perche’ in segreto la pensa come Borghezio, non certo per essere o essere stato un candido usignolo della politica.

Antonio di Biase

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.