Ricerca

» Invia una lettera

C’è da imparare anche da chi perde

1 Stella2 Stelle3 Stelle4 Stelle5 Stelle
Loading...

6 novembre 2008

Egregio direttore,
mentre tutti guardano ad Obama, io ho guardato Maccain. L’altra sera ci ha dimostrato di rappresentare l’essenza della Democrazia.
Ho fatto un paragone con i nostri capi e le elezioni nostrane degli ultimi anni. Mi è venuta spontanea una pensata: perché Varesenews non si fa promotore di una legge di iniziativa popolare per rendere obbligatoria lo studio a memoria del discorso di Maccain dopo la sconfitta? Si intende, è naturale, obbligatorio per tutti quelli che intendono candidarsi ad una carica qualsiasi. E magari anche renderne obbligatoria la perfetta conoscenza a tutti quelli che un cadreghino qualsiasi ce lo hanno già.
Su tutte due affermazioni mi hanno colpito:
Non ha detto “Non sono stato capito”, ha detto “Questo è il mio fallimento, non il vostro” .
Soprattutto poi considerare “una bella notte dell’Arizona” la notte in cui è stato trombato senza possibilità di futuro appello, mi sembra un segno di vera grandezza. Una frase degna di chi ha lottato onestamente fino all’ultimo e sa riconoscere una sconfitta onorevole.
Con i miei migliori saluti

Alberto Gelosia

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.