Ricerca

» Invia una lettera

Campo da calcio? No, un galeone per piccoli pirati

1 Stella2 Stelle3 Stelle4 Stelle5 Stelle
Loading...

6 settembre 2011

Caro direttore
La magia del gioco, la qualità dell’attività motoria, il valore dell’educazione. L’ A.S.Varese 1910 non è solo una squadra di calcio. È un forziere costruito con sapienza, è una brigata allegra di amici-amanti dei colori biancorossi che conoscono il valore del calcio educativo in età prescolare e scolare. Ogni pedina è al posto giusto. E poi i bambini. La linfa vitale, il carburante del sogno, la pietra su cui si fonda la Cattedrale biancorossa.
La Scuola Calcio è un contenitore di emozioni e sensazioni positive, per tutti, bambine e bambini, perché i confini esistono solo nelle menti distorte degli addestratori, cultori della vittoria ad ogni costo. La vita insegna ben altro. La Scuola Calcio Piccoli Amici dell’A.S.Varese 1910 è scuola di vita. Il gioco come magia, sorriso, divertimento. Il Calcio come strumento educativo lontano anni luce dalle esasperazioni agonistiche di manovali dell’attività motoria che uccidono le aspettative dei piccoli atleti. E la scommessa di coinvolgere i bimbi dai 5 ai 7 anni Piccoli, certo. Troppo piccoli per coloro che vogliono Campionati ad ogni costo. Ma esempio di gioia dello sport per chi, come lo staff dell’A.S.Varese 1910, crede che il recupero della cultura sportiva debba partire da Peter Pan e dall’Isola Che Non C’è.
Il campo in erba sintetica dello stadio Franco Ossola di Varese si trasforma nel galeone di Capitan Red, nave educativa con mini equipaggio, pronto a salpare verso luoghi incantati di gioco, movimento, educazione. Osserviamo i bimbi quando giocano. Felicità, immaginazione, inventiva. Nel gioco realtà e fantasia si confondono influenzandosi. Il bambino impara a conoscere il proprio corpo in funzione dello spazio, del tempo, degli altri e delle regole. Nel gioco il bimbo non finge, non assume atteggiamenti falsi o viziati, ma si esprime nella sua realtà concreta, sviluppa la forma più elementare di intelligenza. L’esperienza motoria è educazione, se ben guidata è la base dell’apprendimento. La palla è il sussidio didattico più stimolante. Coordinazione, lateralità, agilità, destrezza. E poi i giochi di imitazione, di ruolo, di regole.
Il campo dell’A.S.Varese 1910 diventerà la casa dei bimbi, familiare come il cortile di casa o la colorata aula della Scuola. L’educatore non sarà allenatore, sarà amico, maestro, fratello maggiore. Il verde del prato, l’azzurro del cielo, il sorriso dei bambini. L’A. S. Varese 1910 fu fondato con un obiettivo ben preciso. Riscoprire l’amore per la città, rinsaldarne il legame, dipingere di biancorosso la passione sportiva. Chi meglio dei bambini, del loro sguardo vivace, intenso, incantato. Il 6 di settembre si parte verso l’infinito e oltre, sull’Astronave educativa voluta da Sean Sogliano. Ne abbiamo fatta di strada. E aspettiamo sempre il ritorno del nostro Ammiraglio. Per riabbracciarlo con gioia.

Marco Caccianiga - Scuola Calcio Varese 1910

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.